Le diverse tipologie di Marchio d'Impresa | Ecommerce Guru

Parole, loghi, forme, suoni e odori: tutte le tipologie del Marchio

Leggimi

Continua il nostro approfondimento sulla tutela del Marchio d’Impresa, argomento molto importante e delicato, spesso sottovaluto da chi intende avviare un e-commerce. Dopo averne fornito la definizione, le funzioni fondamentali ed i diritti conferiti dal marchio, questa volta ci occupiamo delle diverse tipologie: come abbiamo già detto nel precedente articolo, sono registrabili come marchi tutti i segni rappresentabili graficamente. In particolare ne esistono 6 diversi tipi, come di seguito spiegato:

1. Marchi denominativi:
sono costituiti da parole, prevalentemente di fantasia, nomi patronimici (ossia nomi propri di persona), sigle, lettere dell’alfabeto e numeri

2. Marchi figurativi:
sono costituiti essenzialmente da loghi, disegni e colori fino a rappresentazioni più composite (es. vignette)

3. Marchi complessi:
Sono costituiti da elementi sia denominativi, sia figurativi

4. Marchi sonori:
Riproducono graficamente i suoni, ad esempio descrittivamente

5. Marchi di forma o tridimensionali:
Sono costituiti dalle forme dei prodotti e delle loro confezioni. E' necessario che la forma non sia consueta, arbitraria o di fantasia. Ad essa devono essere estranei sia i compiti estetici, sia compiti funzionali, o comunque di utilità particolare, altrimenti la tutela viene ottenuta tramite brevetti per invenzione industriale e modello d’utilità, oppure tramite la registrazione di design

6. Marchi olfattivi:
Riproducono graficamente gli odori, ad esempio descrittivamente

Per fare alcuni semplici esempi, il logo dell’Ecommerce Agency Jusan Network, è un tipico marchio complesso, poichè si tratta sia di un marchio denominativo per il nome “Jusan Network”, sia per la presenza grafica del logo:

Il logo dell'Ecommerce Agency Jusan Network

Jusan in giapponese significa “13” ed anche il logo ha un suo riferimento alla cultura nipponica, trattandosi di una sovrapposizione tra il simbolo che rappresenta il 13 ed il Sol levante tipico della bandiera giapponese.

Mentre per quanto riguarda i marchi tridimensionali, si può fare riferimento alla confezione di un noto cioccolatino di un’importante azienda dolciaria Piemontese. Un altro esempio di marchio di forma o tridimensionale, può essere quello della bottiglia di una famosissima bevanda analcolica gassata, spesso rappresentata in numerosi spot pubblicitari. In questo caso, oltre al nome della bevanda, ogni raffigurazione simile alla forma della bottiglia di cui sopra, potrebbe essere considerata una violazione dei diritti di marchio registrato.

Per saperne di più sulla normativa che disciplina la tutela del Marchio, continuate a seguire la nostra serie di approfondimenti. I temi del prossimo capitolo saranno: I Requisiti di registrabilità e il concetto di novità/capacità distintiva.