Quattro consigli per massimizzare la vostra SEO

Quattro consigli per massimizzare la vostra SEO

Leggimi

Saprete sicuramente che scrivere contenuti accattivanti sul vostro blog non basta ad assicurarvi che i clienti li leggano e si trasformino in acquirenti fissi, né che i motori di ricerca proiettino per magia il sito web in cima ai risultati su Google. Se le cose funzionassero sempre così non ci sarebbe bisogno di investire tempo, risorse ed energie a profusione in strategie SEO-oriented. La realtà però è un'altra. Gli algoritmi di Google sono in perpetuo mutamento, e i motori di ricerca impiegano un saltello per dimenticarsi di voi, nonostante gli indubbi contenuti accattivanti.

Quattro consigli per massimizzare la vostra SEO

Come bisogna fare, allora, per evitare il disastro e assicurarsi che il proprio sito web rimanga in cima ai risultati di ricerca, o quanto meno in prima pagina nei risultati su Google? Vediamolo insieme.

Massimizzate la velocità di caricamento delle pagine

Il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca dipende enormemente dalla velocità di caricamento delle pagine. Se un utente trova difficoltà nell'accedere al sito web, magari perché le pagine caricano troppo lentamente, si sentirà in dovere di abbandonare subito il sito e cercare altrove. Un comportamento così fa capire a Google che il vostro sito web non corrisponde agli ideali di eccellenza che un blog sito in cima ai risultati di ricerca deve garantire, e può farvi retrocedere.

Scegliete un CMS adeguato

Che cos'è un CMS? E' un sistema di gestione dei contenuti. Che cosa deve fare un CMS per funzionare? Essere semplice, flessibile e permettervi potenzialmente di fare tutto quello che vi pare all'interno della piattaforma. Uno dei CMS più popolari e utilizzati al mondo è WordPress.org, al punto che oltre il 22% di tutti i siti web è gestito sulla piattaforma. Il codice di WordPress è ottimizzato per funzionare al meglio con i motori di ricerca. E per chi si occupa di SEO, lavorare bene con i motori di ricerca è uno degli elementi chiave da tenere a mente.

Lavorate con le keywords con attenzione

Google Trends, Keyword Planner e Answer The Public sono strumenti SEO che aiutano a capire quali sono, di ora in ora, le keywords migliori da utilizzare per i vostri contenuti futuri. Lavorate attentamente sulle parole chiavi, perché rappresentano la porta d'accesso per i clienti ai vostri prodotti e servizi. I contenuti dovranno essere creati su misura delle parole chiave che avrete deciso di utilizzare. Solo così il vostro blog potrà essere visualizzato, aperto e letto da sempre più persone, perché si sa, il passaparola è sempre la naturale conseguenza di un ottimo lavoro.

Installate Yoast SEO

Che cos'è Yoast SEO? Si tratta di un plugin eccezionalmente utile, sicuramente uno dei migliori e più funzionali strumenti per gestire un sito web su WordPress. Ma quali sono le sue funzioni? Innanzitutto, Yoast SEO consente di effettuare un'analisi delle keyword, organizzare in categorie e tag il testo, creare file robots.txt, migliorare la leggibilità dei contenuti, a molto altro. Per chi intenda elaborare un piano editoriale su WordPress, Yoast SEO non può assolutamente mancare.