Slow marketing: ciò che devi sapere

Slow marketing: ciò che devi sapere

Leggimi

Slow marketing: ciò che devi sapere. Non tutti sono disposti a rallentare i propri ritmi. Tanto nel lavoro quanto nella vita affettiva persevera la consapevolezza che il tempo a disposizione sia troppo esiguo per tenersi a bada e rilassare un po' i toni. Quando si parla di web marketing, poi, il ritmo diviene ancora più incalzante. Le dinamiche di mercato non stanno certo ad attendere i comodi di un brand per aggiornarsi. Velocità, trasparenza, immediatezza. Valori più che mai condivisibili, ma che, se seguiti ossessivamente, possono portare a risultati non proprio eccezionali. Ed è qui che entra in gioco il concetto di slow marketing.

Slow marketing: ciò che devi sapere

In un'epoca in cui è sufficiente che passi un giorno perché tutti i progressi ottenuti da un'azienda rischino di vedersi travolti dal profilo ingombrante di un nome di tendenza, occorre allentare un po' la presa. Occorre, paradossalmente, fermarsi a prendere una boccata d'aria.
Perché una simile strategia è così importante?

Serve a sviluppare un rapporto di fiducia con i clienti:

Non si tratta di considerare i propri clienti alla stregua di un pubblico confuso e indefinito di persone. Lo slow marketing privilegia la qualità sopra la quantità. Coglie il valore di ogni singolo cliente e lo considera unico e insostituibile. Concentratevi quindi sulla creazione di un rapporto personale con ciascuno dei vostri clienti. Lealtà e fiducia attraverso un cammino graduale. Guai ad affrettare i tempi. Roma non fu costruita in due settimane, neanche per compiacere le mire dei barbari che già pregustavano una passeggiata serale sulla via Appia.

Serve a comprendere meglio le proprie strategie:

La si potrebbe mettere in questi termini. Non è al come o al cosa che vi dovete riferire, ma al perché. Domandatevi più e più volte il perché di tutte le strategie delle quali siete a capo. Cercate di capirne le ragioni profonde, analizzando il contesto in cui sono messe in gioco. Ci sono moltissime aziende che si limitano a replicare strategie ereditate da altri, senza domandarsi alcunché. La maggior parte delle volte tali strategie cadono nel nulla. Il motivo? Ci si è posti troppi pochi perché. Prendendo per buona a priori una campagna sperimentata da molti, si rischia di non capire che tale campagna potrebbe non essere adatta a soddisfare le proprie aspettative.

Lo slow marketing stimola la creatività:

Non dovendo affrettare le cose, non ci sono limiti alla vostra creatività. Potete sperimentare, creare, giocare, tentare molteplici vie possibili per far crescere il vostro business. Lavorate alla realizzazione di programmi che possano accattivare i palati altrui. Non limitatevi a fare il compitino. Siate coraggiosi, folli, visionari. Steve Jobs non chiedeva altro che questo.