Home Articoli La flessibilità di consegna: un asset importante per gli acquisti online

La flessibilità di consegna: un asset importante per gli acquisti online

La ricerca di Sendcloud dimostra che i consumatori sono più orientati ad una flessibilità di consegna.
La ricerca di Sendcloud dimostra che i consumatori sono più orientati ad una flessibilità di consegna.

Sendcloud, piattaforma internazionale di spedizioni per l’e-commerce, ha analizzato i risultati della sua ricerca sulle aspettative di consegna degli italiani nel post-pandemia.

L’indagine, svolta tramite survey, ha coinvolto mille rispondenti da tutto lo Stivale ed ha approfondito il tema della flessibilità di consegna, spiegando come implementarla attraverso una strategia multi-corriere.

La comodità di consegna spinge la flessibilità

Se da un lato gli e-commerce italiani stanno affrontando un periodo complicato segnato dall’attuale incertezza economica, dall’altro i consumatori sono diventati ancora più esigenti in termini di esperienza di consegna. Infatti, secondo i dati emersi dalla ricerca Sendcloud, l’81% dei consumatori italiani indica che la consegna flessibile è un asset imprescindibile per ultimare i propri acquisti online.

Oggi ben il 79% dei consumatori desidera poter scegliere il giorno esatto della consegna e un altro 82% vorrebbe selezionare la fascia oraria di consegna. Inoltre, 6 consumatori su 10 vorrebbero poter cambiare l’orario di consegna una volta che il pacco è in viaggio.

La necessità di flessibilità nasce da un desiderio di comodità, poiché i consumatori oggi vogliono decidere dove, quando e come ricevere un ordine. Di conseguenza, le opzioni di spedizione premium sono in aumento, consentendo ai consumatori di ricevere un pacco ogni volta che lo desiderano.

Oltre alla consegna standard, i consumatori preferiscono optare per la consegna in un giorno stabilito o il giorno stesso. Anche i rivenditori preferiscono evadere gli ordini in tempi brevi, poiché i consumatori europei si aspettano un tempo medio di consegna di 16,11 ore per la consegna il giorno successivo.

Leggi anche: Sendcloud e Mirakl Connect per migliorare l’esperienza di consegna

Perché è necessario adottare una strategia multi-corriere

Poiché le aziende cercano di ottenere una crescita redditizia nonostante il periodo di recessione, fornire un’esperienza di consegna eccellente risulta essere fondamentale. Ovviamente, quando si parla di consegna flessibile, la stessa soluzione non può essere estesa a tutti. Per questo motivo, Sendcloud ha individuato 4 motivi per una strategia multi-carrier che aiuti a soddisfare le aspettative dei clienti, riducendo inoltre i costi:

  1. Permette di scegliere l’opzione migliore per ogni pacco

Laddove un tempo era consuetudine concordare un buon prezzo con un unico vettore sulla base di grandi volumi di spedizione, oggi è sempre più interessante per i rivenditori online distribuire i propri pacchi tra più parti logistiche. Un approccio basato sui dati aiuta a scegliere l’opzione di spedizione più veloce ed economica. Combinando i piani tariffari di più corrieri in base a peso, provenienza, destinazione e velocità della spedizione, infatti, è possibile ottimizzare al meglio i costi di spedizione. Con una chiara panoramica delle prestazioni di ciascun corriere, sarà facile creare un’efficace posizione negoziale per per ottenere le migliori tariffe.

  1. Consente di soddisfare le aspettative dei clienti

Come dimostrano i dati della ricerca, le aspettative dei consumatori svolgono un ruolo importante nella scelta di una strategia multi-vettore. Non soltanto vogliono avere la possibilità di scegliere le modalità di consegna ma sono addirittura disposti a pagare un extra per opzioni di consegna premium. Se i rivenditori vogliono soddisfare queste aspettative, non esistendo una soluzione uniforme, devono necessariamente adottare una strategia multi-corriere, favorendo le conversioni.

  1. Favorisce la resilienza in tempi di incertezza economica

Soprattutto in tempi di incertezza economica e di conseguente crisi dei consumi, è fondamentale mantenere il controllo sulla propria strategia di spedizione. Data la carenza di manodopera nel settore logistico, non si vuole correre il rischio che i pacchi arrivino in ritardo o non arrivino affatto, provocando l’insoddisfazione dei clienti.

Una strategia multi-corriere è un modo intelligente per distribuire i volumi di pacchi su più corrieri. In questo modo puoi passare facilmente dal vettore A al vettore B in caso di ritardi (locali) o sovraccarico di un corriere, in modo da rispettare sempre le promesse di consegna.

  1. Lascia alla piattaforma il calcolo dei costi e la riduzione degli errori

Gli errori di fattura di spedizione sono una spesa non necessaria che può costare molti soldi ad un e-commerce. Soprattutto con i nuovi supplementi alle tariffe del carburante e l’aumento dei costi di spedizione, è bene tenere d’occhio le condizioni dei diversi vettori, perché possono cambiare rapidamente.

Oltre a questi aspetti, anche il peso dimensionale e le dimensioni del pacco possono influire sul costo totale di spedizione. Per evitare spiacevoli sorprese in seguito, è bene calcolare in anticipo tutte le spese di spedizione, comprese le maggiorazioni, in modo che i costi totali siano subito chiari evitando di pagare troppo. Utilizzando una piattaforma di spedizione, puoi automatizzare la creazione di etichette e ridurre al minimo gli errori per ottimizzare completamente i costi di spedizione.

Leggi anche: Ecommerce: convenienza e customizzazione delle consegne sono cruciali

Sendcloud, piattaforma che aiuta piccole, medie e grandi imprese e-commerce nelle spedizioni in tutto il mondo, sarà Silver Partner all’XI edizione di EcommerceDay. Durante la due giorni verranno approfondite tematiche quali le nuove abitudini dei consumatori post pandemia, l’impatto della Guerra sui beni di prima necessità e servizi, logistica, piattaforme e-commerce e moltissimo altro.

EcommerceDay si svolgerà il 29 e 30 settembre a Torino e online.

Assicurati di non mancare!

VISITA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCEDAY

Articolo precedenteKey messages e come creare messaggi potenti per il tuo brand
Prossimo articoloIl ruolo del COVID-19 nel localismo