Ferrero: da brand del territorio a colosso mondiale

Ferrero: da brand del territorio a colosso dell'industria dolciaria mondiale

Leggimi

Da semplice brand del territorio a colosso dell'industria dolciaria mondiale. Poche imprese al mondo possono vantare una storia di successo come quella di Ferrero. Tutto merito di un talento imprenditoriale, quello di Michele Ferrero, morto a 89 anni dopo una vita spesa a costruire un impero dolciario potente come non mai. Protagonista indiscusso dell'industria territoriale nostrana, Michele Ferrero è riuscito a stare al passo con i tempi grazie a prodotti innovativi e a una visione professionale da leader indiscusso.

Lavorare, creare, donare: il motto di Ferrero

È il 1964 e il panorama dell'industria dolciaria è scosso da una vera e propria rivoluzione: nasce la Nutella, crema gianduia con una densità maggiore rispetto a quella comune. La Nutella è la crema spalmabile più diffusa al mondo. Ogni anno ne vengono prodotte 350 mila tonnellate. Nutella piace, è adorata, fa successo. Sempre più persone la vogliono e il nome di Ferrero si diffonde a macchia d'olio perfino sulle superfici più refrattarie all'idea di acquistare dei dolciumi.

Il gruppo si espande di conseguenza. Vengono aperti stabilimenti e sedi commerciali in Olanda, Belgio, Svizzera, Danimarca e Regno Unito.

Nel 1968, viene lanciata la celebre linea di prodotti Kinder. Il nome deriva dal termine tedesco Kinder, che significa "bambini". Il trionfo è pari a quello suscitato da Nutella. Seguono negli anni lanci di altri prodotti innovativi e di successo come Tic Tac, Kinder Sorpresa e Ferrero Rocher.

Il Gruppo Ferrero si fa conoscere ben presto in tutto il mondo, presente in 53 Paesi con oltre 34000 collaboratori, 20 stabilimenti produttivi e ben 9 aziende agricole. "Lavorare, creare, donare" sono le tre parole che campeggiano nel logo della Fondazione del Gruppo. Responsabilità sociale e dovere civile in primis, valori che Michele Ferrero ha ereditato e assimilato e fatto propri fin dal principio della sua attività.

Ferrero: da brand del territorio a colosso mondiale

Ferrero Spa è un'azienda da oltre 8 miliardi di fatturato. Il gruppo Ferrero si colloca al 3° posto per fatturato tra le industrie dolciarie mondiali. Globalmente l'azienda ha al suo attivo 30 mila dipendenti. 78 società consolidate a livello mondiale, 22 stabilimenti produttivi. I prodotti Ferrero sono distribuiti in oltre 160 paesi. Nel 2014 il padre della Nutella, secondo la rivista Forbes, si classificava al primo posto come uomo più ricco d'Italia.

Ma qual è il segreto che ha permesso all'azienda guidata da Michele Ferrero di raggiungere risultati tanto impressionanti ? La distinzione, verrebbe subito da dire. E una cura per il consumatore superiore a quella di qualunque competitor. Come non ricordare fede il goliardico e serissimo impegno, da parte del fondatore di Ferrero, di lavorare tenendo sempre a mente la Valeria, vale a dire, il cliente finale delle sue produzioni?

Michele Ferrero è uno scienziato del gusto e un artigiano della fantasia. Le sue idee non scemano mai per precisione ed esattezza, tanto sono calate nella realtà dei consumatori e si premurano di soddisfarne le esigenze.
Supportato da un'etica di lavoro da perfetto Big Player del settore, Michele Ferrero è diventato ben presto un'icona industriale e culturale ammirata tanto in Italia quanto all'estero. E il brand Ferrero ha raccolto i frutti di tanto lavoro di conseguenza.

Per approfondire

Un talento per l'osservazione dettagliata e la cultura

A Michele era sufficiente un'occhiata per capire se una persona fosse meritevole o no di lavorare per lui. Merita di essere ricordato anche il suo impegno a favore dei dipendenti che lavoravano nella sua azienda. Fu sua l'idea di creare un welfare aziendale volto a qualunque genere di causa: dalla sanità al dopolavoro, 24/7. A ognuno dei lavoratori  Ferrero garantisce e assicura eguali diritti. Vale la pena di ricordare come, nel 1983, nacque la Fondazione Ferrero, impegnata tuttora a promuovere iniziative culturali e artistiche di ampio respiro.

 

Di brand del territorio e del loro legame con la digital transformation se ne parlerà a profusione a EcommerceDay, uno dei più importanti eventi sull’e-commerce, che si terrà il prossimo 19 ottobre a Torino.

Per scoprire di più sull’evento e approfittare della promozione che ti offre più del 50% di sconto sul prezzo dei biglietti, visita il sito.