Home Articoli Starbucks: come il logo ha creato una potente brand awareness

Starbucks: come il logo ha creato una potente brand awareness

Starbucks è una delle più celebri catene di caffè americane, che si è resa tale, grazie alla creazione di una brand awareness (riconoscimento del marchio) molto potente; creata anche grazie al suo accattivante logo: la sirena a due code.

Prima di arrivare alla bella sirena verde che noi tutti conosciamo, questo logo ha subito diverse variazioni nel corso degli anni rendendo così, sempre più forte e chiara la brand identity dell’azienda.

Oggi, Starbucks è il primo torrefattore e rivenditore di specialità caffearie nel mondo. Presente in oltre 75 paesi offere un esperienza eccezionale con ogni tazza di caffè favorendo i rapporti umani e celebrando la ricca tradizione del caffè.

Ma qual è la storia del logo di Starbucks? E com’è stata creata la brand awareness?

La storia di Starbucks

Starbucks Corporation è una catena internazionale di caffè con sede a Seattle, Washington, Stati Uniti. Ha aperto come un unico piccolo negozio nel 1971 ed è diventato un gigante del caffè alla fine del millennio. Starbucks ha guidato una rivoluzione del caffè negli Stati Uniti e oltre.

Il brand prende il nome dal primo ufficiale del libro “Moby Dick”, appunto, Starbuck.

Il fulcro è il logo, la sirena a due code, che vuole essere seducente come il caffè stesso, si basa su un’antica xilografia norrena del XVI secolo.

L’evoluzione del logo di Starbucks

Il primo logo di Starbucks

Nel 1971 nasce il primo logo: una mitica sirena a due code all’interno di un anello circolare in una tavolozza di colori marrone caffè.

Il design circolare ha permesso loro di ruotare il nome dell’azienda attorno al logo, con la parola caffè, tè e spezie, facendo sapere ai clienti cos’era disponibile.

Starbucks Coffee

Nel 1987, la compagnia fu acquistata da Howard Schultz, il quale non ha perso tempo e ridisegna il logo.

Il nuovo logo doveva incorporare l’idea di un nuovo inizio e nuove opportunità per crescere e avere successo. La sirena ha ricevuto un restyling: i capelli sono andati a coprire il corpo rendendolo più snello; il colore è passato da marrone a verde per comunicare il nuovo purpose dell’azienda; e “tea” and “spices” sono state eliminate, poiché Schultz voleva rendere Starbucks memorabile per il caffè.

È stato, quindi, creato un nuovo marchio denominativo: Starbucks Coffee, con due stelle che collegano le parole.

L’uso e il posizionamento delle stelle hanno aiutato il logo a distinguersi e a spingere l’identità del marchio a essere memorabile e facile da riconoscere.

Starbucks più da vicino

Nel 1992, Starbucks ha subito il suo terzo cambio di design del logo. Il logo ha ingrandito la sirena, creando una vista ravvicinata, e si poteva vedere solo parte della sua coda.

Il font è stato anche affinato con un aspetto più professionale e moderno.

Il risultato è un logo con un aspetto e una sensazione più puliti, con la sirena che ha un impatto e una messa a fuoco maggiori.

Un passo falso da parte di Starbucks

Nel 2008, celebrando il 40° anniversario, l’azienda ha deciso di tentare un rebranding.

Con un tuffo nel passato, hanno reinventato il logo originale del 1971, la sirena di Starbucks in versione “autentica”, ma con alcuni colpi di scena moderni e cambiato il colore del logo da verde a nero.

Inutile dire che il risultato è stato un fallimento.

La sirena di Starbucks senza fronzoli

Dopo il recente tentativo di cambio del colore, nel 2011, l’azienda rendendosi conto di quanto fosse diventato forte e di successo il loro marchio, Starbucks ha eliminato molti degli elementi di design familiari dal suo logo, conferendogli un aspetto e una sensazione molto moderni, con il minimalismo a guidare la carica.

Il logo ora si concentra interamente sulla sirena senza fronzoli, che hanno ingrandito: i suoi occhi, naso e capelli sono stati ridisegnati per essere più simmetrici e hanno riportato l’iconico colore di sfondo verde.

La brand awareness di Starbucks

L’utilizzo della sirena è stata sicuramente la mossa maggior vincente di Starbucks. È diventata la loro unica e memorabile mascotte creando così una fortissima brand awareness di Starbucks in tutto il mondo.

Fin dall’inizio, il logo è stato collegato al loro brand nel modo più forte possibile. Non c’era caffè Starbucks senza il logo.

Il logo Starbucks è un perfetto esempio di come l’efficace design del logo vada di pari passo con la sua identità e gli sforzi di branding.

Brand identity di Starbucks

Nonostante il logo abbia giocato un ruolo fondamentale per creare una brand identity vincente per Starbucks, il successo non è sicuramente dovuto solo grazie ad esso.

Bere un caffè da Starbucks è un’esperienza unica, i locali sono sempre molto curati e confortevoli, così da far sentire a proprio agio il cliente. Esiste il servizio personalizzato, quando i baristi ci chiedono il nostro nome da scrivere sul bicchiere. Ed infine, non c’è un tempo limitato, una persona può andare da Starbucks al mattino, prendere una singola tazza di caffè e rimanere seduto ad un tavolo anche fino a sera.

Sopra ad ogni cosa, l’azienda non perde mai di vista i suoi valori: agire con coraggio, sfidare lo status quo e trovare nuovi modi per far crescere l’azienda e i suoi collaboratori.

Ed ecco com’è stata creata la brand awareness di Starbucks.

Leggi anche: Le componenti chiave della brand identity.

Di brand awareness ne parleremo dal vivo al prossimo EcommerceDay! Il 29 e 30 settembre 2022 si terranno due giornate di formazione con i più grandi esperti di marketing digitale, ecommerce, new retail ed omnichannel in cui potrai approfondire le tue conoscenze nel settore e imparare direttamente dai migliori.

VISITA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCEDAY