Fondato nel 2010
Home Filiera Ecommerce Spedizione gratuita: uno strumento di marketing

Spedizione gratuita: uno strumento di marketing

Spedizione grauita pacco
Spedizione grauita nell'e-commerce

La sempre più vasta presenza di e-commerce ha portato gli utenti a preferire opzioni di acquisto con spedizione gratuita.

L’aggiunta di una percentuale al prezzo finale spinge gli acquirenti ad abbandonare il carrello, passando all’e-commerce successivo.

Tuttavia, com’è possibile per il venditore fornire un servizio di free shipping e continuare a guadagnare sulla merce venduta? Qual è il reale prezzo della spedizione gratuita?

Perché scegliere la spedizione gratuita

La nascita di Amazon Prime ha portato un’innovazione nell’universo degli acquisti in rete, garantendo spedizioni sempre gratuite e velocizzate. Questa tendenza ha spinto i customer a ricercare le stesse caratteristiche in tutti i siti di e-commerce nei quali effettuano degli acquisti.

Si stima che il 56% di operazioni non portate a termine e di conseguenti carrelli abbandonati sia a causa del prezzo finale che aumenta, seppur di pochi euro, per coprire i costi di spedizione.

Offrire la free shipping pare dunque essere un efficace strumento per garantirsi un maggiore traffico di utenti, fidelizzando il cliente.

Nonostante l’evidente efficacia di questo metodo è chiaro che si tratti di una modalità gratuita, almeno apparentemente, solo per il cliente. Il venditore che effettua una spedizione ha a suo carico dei costi fissi che non può assolutamente ignorare, basti che il corriere dev’essere necessariamente pagato.

Allora quali sono i mezzi che permettono ai venditori di offrire questo servizio?

Leggi anche: Strategie di spedizione per ecommerce : spedizione gratuita o tariffa fissa?

Come garantire la free shipping

Uno dei metodi utilizzati dai venditori è inserire i costi di spedizione direttamente nel prezzo dell’articolo. Il prezzo dell’oggetto sarà maggiorato, ma l’acquirente non sarà cosciente di tale scelta e sarà portato a concludere la transazione, soddisfatto dell’aver risparmiato nella spedizione, unicamente perché influenzato dalla dicitura: gratis.

Qualora il proprio e-commerce non consentisse questa politica, perché, per esempio, collegato a un negozio fisico i cui prezzi reali sono palesi e noti alle persone, esitono altre tecniche per poter garantire il servizio, senza che i guadagni segnino un’eccessiva perdita.

Spedizione con importo minimo sull’acquisto

Oltre all’opportunità di garantire una free shipping incondizionata, esiste anche la possibilità di renderla soggetta a particolari condizioni.

Si può imporre un minimo di prezzo per l’ordine. Molti e-commerce del mondo fashion pongono un limite che va dai 29 ai 70€.

Con questa tecnica si ottengono duplici vantaggi:

  • al cliente viene proposta una soluzione per evitare i costi di spedizione;
  • il cliente sarà portato a spendere di più di quel che aveva previsto pur di raggiungere la soglia minima.

Spedizione come promozione a tempo

Alcuni shop garantiscono la spedizione gratuita con particolari condizioni come:

  • l’iscrizione alla newsletter, questo potrebbe invogliare il cliente ad acquistare nuovamente sull’e-commerce perché viene fidelizzato grazie alla newsletter;
  • il primo acquisto effettuato sul sito;
  • spedizione solo sull’acquisto di alcuni articoli, solitamente si tratta di articoli che assorbono facilmente i costi, restando redditizi.

Spedizione gratuita con iscrizione ad abbonamenti Premium

Gli abbonamenti premium presentano un costo fisso annuo per l’utente che però spesso preferisce questa modalità perché garantisce spedizioni più veloci, prive di limite minimo d’acquisto.

L’abbonato è inoltre spinto ad acquistare solo su quell’e-commerce proprio perché è lì che ha investito il suo denaro, dunque i guadagni subiscono anche un’inevitabile crescita.

Quanto costa realmente la spedizione gratuita?

Seguendo tutte le modalità proposte precedentemente la spedizione gratuita non dovrebbe rappresentare una perdita considerevole per il business, che tende, invece, a guadagnare in termini di numeri e clienti fidati.

Per informarti sul mondo della logistica e molto altro, segui EcommerceWeek dal 18 al 22 ottobre 2021.

PRENOTA SUBITO IL TUO ACCESSO GRATUITO A ECOMMERCE WEEK

Exit mobile version
Abilita le notifiche    OK No grazie