Spedizioni gratuite o in-store pickup? La risposta è nel Mobile

Leggimi

I rivenditori “brick-and-mortar” stanno dando ascolto sempre di più alle richieste dei consumatori e si stanno affidando soprattutto ai servizi multicanale quali ordini online, in-store pickup, e consegna in giornata per le festività prossime a compiersi. Tuttavia, le spedizioni gratuite sono ancora il mezzo a cui i clienti sono più legati durante le proprie esperienze d'acquisto.

La spedizione gratuita è sempre stata una promozione per le vacanze favorita dai consumatori. Al crescere dello shopping online, stimolato dalla diffusione capillare dei dispositivi mobile, stanno guadagnando sempre più terreno servizi a esso legati quali ordini online, in-stock pickup, click and collect. Il perché appare chiaro: sono tutti servizi veloci, comodi e facili da intraprendere. Nonostante la loro indubbia utilità, le spedizioni gratuite continuano a mietere consensi e a concentrare il volume degli ordini, specialmente a Natale. I periodi di festività, infatti, sono quelli più indicativi per avere un’idea chiara circa la realtà di un simile fenomeno.

Il traffico mobile continua a crescere per molti rivenditori, ed è previsto che la sua diffusione dominerà incontrastata la stagione delle feste prossima a venire. Che i consumatori interessati a effettuare un acquisto possano essere alla ricerca di un negozio nel quale ritirarlo o si aspettino di trovare l'articolo aquistato spedito direttamente a casa loro il giorno stesso, è questione da valutare attentamente: ogni utente ha le proprie esigenze, i propri desideri e necessità, e soprattutto è alla ricerca di un servizio impeccabile, chiaro ed efficace, ragione per cui è essenziale capire fino in fondo i tipi di strategie che si possono combinare insieme, quali abbandonare e quali privilegiare.
Alla luce della diffusione degli strumenti mobile, appare chiaro come per i rivenditori offrire servizi prossimi a venire incontro alle esigenze di cui sopra, quindi a integrare strategie di mobile commerce a servizi di spedizione gratuita sia necessario, se non primario, per espandere il proprio business online e generare conversioni. Sempre più rivenditori ne fanno uso, mostrando di ricorrere a servizi multicanale su misura di smartphone e tablet.

Spedizioni gratuite: come e in che misura?

Così come il mobile commerce è divenuto ormai una strategia straordinariamente efficace per attirare clienti, altrettanto rilevante è il ruolo ricoperto dal servizio di spedizione gratuita cui la maggior parte dei consumatori è ancora legata, specialmente sotto le festività.
Circa il 60% di tutti gli ordini e-commerce B2C include, in forme diverse, servizi di spedizione gratuita, percentuale, questa, che studiosi e analisti prevedono destinata ad aumentare ulteriormente.
Le spedizioni gratuite concorrono inoltre a competere con i marketplace maggiori e con i servizi di consegna da essi implementati (Vedi Amazon e il servizio Prime).

Ad ogni modo, molti rivenditori rimangono perplessi nei confronti di questo tipo di strategia, principalmente per questioni di spese aggiuntive, dato il costo non indifferente che essa può comportare, in senso logistico. Dal canto inverso, affidarsi a una strategia che non tenga in considerazione alcuna spedizione può rivelarsi altrettanto rischioso.

Non tutti vivono in prossimità di un negozio, e lo stesso sistema “Click-and-collect” per il quale il cliente ordina online il prodotto che intende acquistare, per poi ritirarlo nel negozio locale o in un punto di collezione preciso, è una soluzione che molti utenti stentano ad usufruire.  L’integrazione con soluzioni mobile, come espresso sopra, può aiutare ad ammortizzare la maggior parte di questi costi aggiuntivi, garantendo agli utenti un gran numero di opportunità d'acquisto in più, motivandoli così a navigare nei siti cui si rivolgono per lo shopping online.