Home Filiera Ecommerce E-commerce: MoneyHash ottiene 3 milioni di dollari

E-commerce: MoneyHash ottiene 3 milioni di dollari

MoneyHash, la giovane startup egiziana con sede a San Francisco ottiene un round di 3 milioni di dollari per creare una nuova piattaforma di pagamenti online in Africa e Medio Oriente.

MoneyHash aspira a diventare l’infrastruttura di riferimento per le operazioni di ecommerce nei mercati emergenti.

Fornisce alle aziende gli strumenti e i microservizi per connettersi con i provider, creare funzionalità e centralizzare il reporting senza codice o operazioni frenetiche.

I fondatori di Moneyhash

Nader Abdelrazik, Mustafa Eid e Anisha Sekar, con un’esperienza combinata di oltre 30 anni di lavoro per aziende come Microsoft, UpWork, NerdWallet e Sigfig, hanno fondato MoneyHash alla fine del 2020.

MoneyHash si trova in cima ai fornitori di servizi di pagamento per ecommerce e offre la sua infrastruttura come estensione del back-end dei prodotti delle aziende.

Questa estensione diventa la loro connessione all’intero ecosistema dei pagamenti nei mercati in cui operano.

All’inizio del 2021, MoneyHash ha iniziato in Egitto, consentendo a 17 aziende di utilizzare il suo ambiente sandbox per connettersi con la sua API e accedere a gateway di pagamento come Fawry, Paymob e PayTabs.

Leggi anche: Pagamenti a rate BNPL (Buy Now, Pay Later)

Moneyhash sfrutta un’opportunità dei mercati emergenti

Negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Europa, piattaforme di pagamenti come Spreedly, Zooz e Primer gestiscono gran parte del lavoro pesante per conto dei commercianti tramite un’API di pagamento unificata.

Ma rimane un’opportunità non sfruttata in Africa e in Medio Oriente, dove un numero molto limitato di aziende apporta trasparenza ai pagamenti dei commercianti.

L’Egitto e MoneyHash con sede negli Stati Uniti è una di queste società, emergente dalla versione beta con $ 3 milioni di finanziamenti pre-seed.

L’azienda si descrive come la “prima super-API per l’orchestrazione dei pagamenti e le operazioni di entrate” del Medio Oriente e dell’Africa.

Per l’Africa ed il Medio Oriente i problemi sono amplificati

Quando i commercianti o le aziende fanno decollare le loro piattaforme ecommerce, lavorano principalmente con uno o due fornitori di elaborazione dei pagamenti.

Nel tempo, questi commercianti integrano più fornitori di servizi di pagamento per soddisfare le loro crescenti esigenze man mano che si sviluppano e si espandono in più regioni.

Ma l’integrazione di diversi stack di pagamento non è un’impresa da poco. A parte le inefficienze operative e gli aspetti tecnici coinvolti, un team tecnico interno può richiedere da tre a 10 settimane per completare le integrazioni.

In Africa e Medio Oriente, questi problemi sono amplificati a causa delle differenze nei metodi di pagamento, nelle valute e nell’isolamento tra i paesi.

Leggi anche: L’impatto dei pagamenti sulla vendita online e offline. Un intervista di Samuele Camatari al Gruppo MultiSafepay

Il futuro di Moneyhash

MoneyHash si collegherà a diversi gateway di pagamento e processori attivi in ​​Medio Oriente e Nord Africa dopo la beta. Alcuni includono Checkout, Stripe, Ayden, Amazon Pay, Tap e ValU.

Abdelrazik ha detto che MoneyHash intende diventare l’AWS dei pagamenti in Medio Oriente e Africa. “Quello che AWS ha fatto al cloud, dove ha reso facile per le aziende costruire tanti servizi in cima all’infrastruttura, pensiamo che il settore dei pagamenti, specialmente nei mercati emergenti, sia molto frammentato e abbia bisogno di un AWS per soldi, che MoneyHash è facendo quando ti connetti con esso e costruisci tutto ciò di cui hai bisogno senza dover cambiare nulla”.

MoneyHash utilizzerà i fondi raccolti per potenziare la sua crescita in Medio Oriente e Africa. La società prevede nuove assunzioni di ingegneri software e di espandere il proprio team in 15 paesi tra cui: Stati Uniti, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Nigeria e alcune parti d’Europa.

Nuove startup e nuovi metodi di pagamenti saranno presentati anche durante la due giorni di EcommerceDay 2022. L’undicesima edizione di EcommerceDay si terrà il prossimo 29 e 30 settembre 2022 a Torino e Online. Due giornate di formazione con i più grandi innovatori, esperti di marketing digitale, ecommerce, new retail ed omnichannel a cui non puoi mancare.

CONSULTA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCEDAY