ecommerce guro Banca Sella Accordo-Ingenico

Pagamenti via app? Al via il progetto Hype

Leggimi

Pagamenti via app? Al via il progetto Hype. Nuova pepita d'oro del settore dei pagamenti digitali. Il recente accordo siglato tra Hype e il colosso francese Ingenico, garantirà ai possessori dell'applicazione la possibilità di effettuare transizioni online con una semplicità e praticità d'uso esemplari.

Pagamenti via app? Al via il progetto Hype

Molto presto, probabilmente entro la fine del 2016, si potrà utilizzare Hype, app di gestione del denaro messa a punto dall'acceleratore fintech di Banca Sella SellaLab. L'accordo permetterà ai detentori Hype di pagare direttamente con l'app mobile in oltre 80mila negozi in tutta Italia. Grazie a un accordo tra l'azienda omonima (Hype) e Ingenico, la società che sviluppa e produce i terminali di pagamento pos, la possibilità di effettuare transazioni online compie un passo in avanti davvero rilevante.

Come funziona l'app per i pagamenti:

Per effettuare l'operazione di pagamento, non bisognerà fare altro che lanciare Hype, selezionare il negozio di riferimento tramite la geolocalizzazione e digitare sullo schermo l'importo da trasferire alla voce "paga in negozio". Niente di più semplice.

I luoghi destinati alla copertura:

L'accordo stipulato vedrà l'applicazione coprire oltre 14mila negozi di abbigliamento; nonché 8mila esercizi gastronomici comprendenti bar, ristoranti e fastfood, 5 mila supermercati. Senza parlare della presenza di Hype all'interno di farmacie, librerie, hotel, tabaccai, agenzie di viaggi e studi professionali, così come servizi di taxi nelle principali città italiane.

Un settore in crescita esponenziale:

Non sono poche le aziende che hanno cominciato a rendersi conto del potenziale enorme insito nell'e-payment; si tratta di una vera e propria frontiera su cui investire le proprie risorse ed energie. Da PostePay ai Microsoft Wallet a Tinaba, la banca che non è una banca. Ogni brand di rilievo internazionale ha già provveduto allo sviluppo di applicazioni di gestione del denaro per potersi adeguare alle odierne dinamiche di mercato; in uno scenario, come quello attuale, che non potrebbe essere più coinvolto nel portare avanti il credo della multicanalità, dell'unione tra mondo online e mondo offline. Una coesione in mancanza della quale nessun'impresa o professionista può sperare di poter creare qualcosa di duraturo.

Consigliati