Strategie marketing? Fate come per il Super Bowl

Strategie marketing? Fate come per il Super Bowl

Leggimi

Strategie marketing? Fate come per il Super Bowl. Il Super Bowl è l'evento sportivo americano per eccellenza. Ogni volta che si presenta, non c'è cittadino statunitense che non faccia di tutto pur di sintonizzarsi sulla partita e godersi lo spettacolo. Quest'anno, il match è stato un trionfo anche e soprattutto dal punto di vista mediatico: si parla do record di spettatori e di budget speso per uno spot televisivo.

Strategie marketing? Fate come per il Super Bowl

Sulla scorta del successo del Super Bowl, questi sono alcuni tips che bisogna tenere a mente quando si parla della promozione del proprio brand.

Creare contenuti appassionanti

Non solo grafiche accattivanti, ma anche contenuti testuali precisi e incalzanti. Create qualcosa che sia capace di far divertire e diventare virale. Siate sorprendenti. Cercate di attenervi al contesto di ciò che avete intenzione di pubblicare. Seguite i gusti e le esigenze dei clienti, aspirate ad attrarne il consenso. Nel caso del Super Bowl, i post e i Meme più divertenti e d'impatto sono stati retweetati più volte e condivisi sulla maggior parte delle piattaforme Social.

Promuovere una comunicazione continua e fattiva di sviluppo

Lo sapevate? Durante l'ultimo Super Bowl più di 27 milioni di tweet sono stati inviati. Questo fa capire la misura e il livello di popolarità che un evento del genere è riuscito a ottenere nel mondo del Web. Strategie di comunicazione volte a creare dialoghi costanti con i propri clienti sono un must per ogni brand che miri a puntare sulla fama di un evento di tale portata.

Interagire attivamente con la propria audience

Durante il Super Bowl, ogni brand era sintonizzato perennemente in ogni canale Social Media disponibile, a commentare la partita e promuovere i propri prodotti e servizi attraverso un'astuta e sapiente strategia dei contenuti.

Curiosità

L'evento ha segnato un record advertising-related assolutamente rimarchevole: sono stati spesi 5 milioni di dollari per uno spot da 30 secondi.