Email

Carrelli abbandonati? La soluzione è l'e-mail remarketing

Leggimi

L'Email remarketing è lo strumento più potente di cui si possa disporre quando si tratta di reindirizzare l'attenzione e l'interesse dei clienti. La sua importanza attiene non soltanto alla creazione della fidelizzazione, necessaria per ottenere che il cliente si ricordi di voi, ma anche alla possibilità di creare una relazione con l'utente più forte e duratura.

L'e-commerce agency Jusan Network, da più di dieci anni all'avanguardia nel mondo del web, è specializzata nel fornire ai clienti tutto quanto loro occorre per gestire i propri business e soddisfare le proprie esigenze, offrendo l'accesso a una grande varietà di servizi legati più o meno direttamente alla vendita online, comprese le attività di e-mail marketing e remarketing, orientate a instaurare un'interazione

Di per sé, l'email remarketing è un procedimento molto complesso, che poggia su tre passi basilari:

- Acquisire informazioni di contatto

- Identificare l'intenzione dell'utente

- Spedire il messaggio appropriato

1) Acquisire informazioni di contatto

La parte di remarketing più difficile da compiere è l'acquisizione dei dettagli di contatto dell'utente, in altre parole, dei suoi dati. Spesso accade che i visitatori entrino e lascino una pagina web senza aver acquistato nulla. E' quanto mai conveniente pianificare una soluzione di engagement che permetta di intervenire al momento dell'abbandono, da parte del visitatore, della pagina web, e instaurare subito un dialogo volto ad acquisire i dati del cliente potenziale.

La maggior parte degli utenti, però, difficilmente saranno motivati abbastanza da lasciare i propri dati. Per ovviare a tale impedimento, ci si può affidare a una soluzione di questo tipo: coinvolgere gli utenti con i carrelli attivi utilizzando una soluzione di chat automatizzata e offrire supporto cliente a tutti gli altri visitatori (profili inattivi o che esitano a rimanere sul sito). Se la conversazione dovesse maturare a sufficienza, potrete richiedere i dettagli contatto dell'utente in questione in cambio di piccoli incentivi.

2) Tracciare l'intenzione degli utenti

Mediante un'analisi attenta dei parametri di comportamento e di abitudine, si potrà avere un'idea sempre più completa di ciò che i visitatori hanno intenzione verosimilmente di acquistare. Considerate per esempio il tempo che un utente impiega sul vostro sito e il numero di pagine visualizzate. Se tale utente si muove attraverso molteplici pagine prodotto, e vi spende molto tempo, ci saranno maggiori probabilità di ottenere un acquisto da parte sua che non da parte di un visitatore che capiti sul vostro sito quasi per caso, rimanendovi per qualche minuto. Conviene quindi coinvolgere clienti dai quali trapeli l'intenzione di creare una conversione fattiva.

3) Strategie di Messaggio

Le vostre strategie di messaggistica devono diventare sempre più sofisticate e coinvolgenti. Sottolineare, ad esempio, i vostri ultimi e più importanti affari, mostrare i casi di successo nonché le nuove leve che pensate di sviluppare, può rivelarsi una soluzione particolarmente efficace.

La particolarità di queste tre operazioni di remarketing,  che esse sono indicate per qualunque tipo di "Funnel Abandons", o tipologia di abbandono. Di che cosa si tratta?

Email Remarketing per tre tipologie di abbandono

Vi sono tre tipologie di abbandono dell'acquisto, da parte di un visitatore, che si possono esaurientemente suddividere in:

- Abbandono precoce (il visitatore abbandona il sito dopo appena qualche secondo)

- Abbandono medio (il visitatore aggiunge un prodotto al carrello per poi abbandonare la pagina subito dopo)

- Abbandono tardivo (il visitatore è sul punto di effettuare un acquisto, ma ci ripensa e abbandona la pagina a soli pochi steps dalla conversione finale)

I termini in questione, in lingua inglese, vengono definiti in questo modo:

- Early-Funnel Abandons

- Mid-Funnel Abandons

- Late-Funnel Abandons

Il Funnel (imbuto, in italiano), è un termine che viene spesso utilizzato nel settore del marketing, in genere abbinato a un altro sostantivo che ne specifica il valore: (users funnel, sales funnel, ecc.)

Rappresentato sul Web come un vero e proprio imbuto, il Funnel indica il percorso e le fasi necessarie per trasformare una semplice visita in una conversione.

Seguire questi tre passaggi porterà inevitabilmente a creare una campagna di email remarketing in grado di attirare sempre più clienti e incrementare le conversioni.