Email marketing via Mobile: come incentivarla

Leggimi

Dato lo sviluppo straordinario che i mobile devices, da una parte, e i social media, dall'altra, hanno attraversato e continuano a vivere e sperimentare, può venire spontaneo pensare che l'email marketing sia un'attività destinata ad avere i giorni contati. Niente di più errato. Solo, è necessario unire la sua tradizionale funzionalità operativa a quella più recente apportata dalla diffusione degli smartphone e tablet, e farne confluire i rispettivi vantaggi in una campagna che sia in grado davvero di dire la sua: il mobile email marketing.

Email marketing via Mobile: come incentivarla

In ragione di una simile affermazione, questi quattro semplici consigli permetteranno a tutti i professionisti impegnati in strategie di email marketing tramite mobile devices di portare le proprie campagne e attività a un livello di efficacia indiscutibile e impeccabile.

- Localizzazione:

Oltre il 55% dei consumatori si è mostrato favorevole a ricevere email marketing basate sulla localizzazione sui propri mobile devices. Tali email location-driven, come è uso chiamarle negli Stati Uniti, possono essere create e inviate attraverso tecnologie come servizi Bluetooth o grazie al tramite di segnali di geolocalizzazione - come parametri di latitudine e longitudine - da un dispositivo.
La possibilità di mostrare contenuti dinamici in tempo reale all'interno di un'email è ancora agli inizi, per quel che riguarda la sua realizzazione e messa in moto pratica. L'idea, ad ogni modo, si dimostra vincente: immaginiamo di ricevere un'email da parte di un'impresa di abbigliamento. Aprendo l'email, ci verrà mostrata in cima a essa un'mmagine della città nella quale ci troviamo in questo momento, accompagnata da una serie di dati diversi, dalla temperatura corrente a dove poter trovare i negozi più vicini per recarci a comprare i prodotti che l'impresa promuove. L'utilità di una simile attività è indiscutibile. Il segnale di localizzazione è interno al dispositivo mobile, naturalmente, e in ragione di ciò, i contenuti dell'email possono cambiare di conseguenza.

- Connettersi alle App:

Molto spesso, quando si apre un link contenuto in un'email, capita di venire reindirizzati a una pagina del Web, invece di andare direttamente all'Applicazione alla quale il link avrebbe dovuto verosimilmente riportare. Trattandosi di uno scomodo incaglio, è bene evitare di creare ai clienti o ai contatti esperienze di questo tipo, e fornire loro la possibilità reale e concreta di indirizzarli, tramite una specifica campagna email marketing, a una landing page rilevante e appropriata alle loro ricerche ed esigenze.
A tale proposito, non suona strana l'idea di avvalersi di una tecnologia di deeplinking tale da permettere la connessione app-to-app o web-to-app via mobile che si intende offrire.

- Scrivete contenuti chiari e diretti:

Una regola fondamentale del creare email efficaci consiste nella semplicità dei contenuti che le compongono. Assicuratevi pertanto di creare contenuti chiari e semplici e in grado di essere memorizzati in breve tempo. Servitevi di paragrafi brevi, e includete anche la vostra call to action. Operate come se foste su Twitter, e doveste limitarvi ai 160 caratteri che la piattaforma consente di usare.

- Curate il design, che sia responsive!

Il design è un componente chiave dell'email marketing via mobile. Circa l'80% degli utenti si sentirà in dovere di cancellare un'email, dovesse notare che il layout di quest'ultima non riesca a essere usufruito e letto in maniera appropriata e gradevole all'interno del dispositivo mobile. Per questo motivo, dovrete curare il design della vostra email mobile, sforzandovi di renderlo responsive e assicurandovi che l'esperienza di lettura sia pari per qualità a quella che l'utente avrebbe se leggesse l'email sul desktop o su un laptop.