Mobile Payment: una diffusione sempre più vasta

Leggimi

Mobile Payment: una diffusione sempre più vasta

Il mobile wallet è la forma di pagamento destinata più di tutte le altre a impattare in maniera decisiva sul futuro della vendita online. Questa sua ascesa, giustificata dalle attuali dinamiche di mercato, avverrà a scapito di contanti e carte di credito.

Ad attestare l'avvento di questo tipo di tecnologia è un recente studio a opera della multinazionale Worldpay, il cui articolo riporta, tra i tanti dati e statistiche in ballo, come nei prossimi 4 anni il mondo dei pagamenti subirà una trasformazione talmente grande da potersi considerare una vera e propria rivoluzione. Nel 2019, il mobile wallet sarà più diffuso delle carte di credito e dei contanti.

Per quanto riguarda i dati riportati dall'articolo in questione, tra 4 anni, la situazione globale risulterà di questo tipo:

- I pagamenti tramite mobile wallet copriranno 647 miliardi di dollari di consumi.
- le transazioni effettuate con carta di credito avranno un valore di 577 miliardi.
- Il bancomat si attesterà a una cifra di 412 miliardi.
- Il contante, con 167 miliardi di consumi, sarà all'ultimo posto dello scenario.

Per quanto riguarda la situazione nel nostro Paese, il mobile wallet avrà modo di diffondersi con eguale tenacia. Secondo quanto afferma la medesima ricerca effettuata da Worldpay, la presenza dei device mobile (smartphone e tablet) permetterà all'Italia di garantire a questa nuova forma di pagamento uno sviluppo compiuto e importante, malgrado le rimostranze di alcune persone ancora ancorate ai sistemi di pagamento (ma anche di commercio) più tradizionali. Un quinto della popolazione italiana è pronta a pagare servendosi del proprio smartphone, a dispetto di un crollo dei pagamenti con carta di credito del 7% nei prossimi 4 anni.

I Big Player della scena mondiale promuovono e incentivano lo sviluppo del Mobile Payment in maniera massiccia

I colossi della tecnologia come Google, Apple e Samsung sono stati tra i primi Big Act a promuovere la diffusione del Mobile Payment. Apple ha attivato Apple Pay in Usa e in Inghilterra; in Italia il servizio sarà attivo nel 2016. Google, invece, ha annunciato il lancio di Android Pay, la cui natura è facilmente ascrivibile a quella dell'azienda di Cupertino.
Non è tuttavia da sottovalutare il fatto che gli stessi gruppi finanziari come JpMorgan (una delle più grandi banche degli Stati Uniti), abbiano già cominciato a lavorare a questo genere di servizi. JpMorgan, in particolare, sta realizzando un sistema di pagamento via smartphone che non potrà che incrementare ulteriormente la diffusione del Mobile Payment all'interno delle tendenze destinate a impattare il futuro tanto della vendita online quanto della realtà digitale mondiale.

L’e-commerce agency Jusan Network, impegnata da anni in attività legate all'intera filiera dell'e-commerce, ha sempre operato tenendo presenti le dinamiche di mercato, soprattutto in materia di pagamenti elettronici, come dimostrato dalla partnership attivata con PayPal, uno dei metodi di pagamento online più sicuri e innovativi, e con Squeezol, azienda specializzata in metodi di pagamento improntati a un modello di marketing che si serve dei principali strumenti di social media per aumentare la diffusione e la visibilità delle imprese sul web.