ecommerce guro 3erroriNelloscaricoApp-620x378 3

Tre errori mobile app da evitare

Leggimi

Tre errori mobile app da evitare. Secondo una recente ricerca, il 95 per cento delle app mobile vengono abbandonate dopo neppure un mese di utilizzo. Un risultato piuttosto grave e deludente, soprattutto se lo si misura in termini della fatica e del duro lavoro costati per la programmazione dell'app stessa e la sua immissione sul mercato.

Tre errori mobile app da evitare

Ecco tre errori che si devono evitare se si vuole che le proprie applicazioni mobile fruttino alla propria attività un successo più marcato e duraturo.

1) Non fornire importanti funzionalità:

Domandatevi sempre come poter incrementare il vostro business sfruttando il potere di un'app di successo. Sforzatevi di convogliare al proprio interno tutte le funzionalità cui pensate gli utenti possano aver bisogno, implementate la possibilità di effettuare acquisti interni all'applicazione, o di creare degli account, accedere a particolari sconti e offerte, e così via. A tutti i clienti abituali fornite strumenti e servizi che li possano incentivare come meritano, così da ispirarli a continuare il rapporto professionale con voi e rinforzarlo giorno per giorno.

2) Fissarsi sulle installazioni e il traffico:

Non vi concentrate unicamente sul volume delle visite o del traffico, perché può rivelarsi fuorviante. Chiunque può installare sul proprio smartphone un'applicazione. La scarica, la prova, vede se può andar bene come passatempo tra un disimpegno e l'altro, saggia se durante il tragitto in pullman o in metro le funzionalità del programma sono buone e all'altezza delle aspettative, dopodiché decide se tenerla o buttarla via. Il più delle volte è la seconda opzione. Preoccupatevi pertanto non di incrementare il numero di installazioni della vostra app mobile, ma di incrementare la possibilità che tali installazioni convincano gli utenti a utilizzare l'applicazione con regolarità, divenendo clienti fattivi e abituali.

3) Evitare di utilizzare i Social Media:

Annunci e inserzioni aiutano fino a un certo punto la curiosità degli utenti. Assieme a tali strategie ve ne sono altre che si stanno sviluppando e diffondendo con sempre maggiore tenacia e vigore, stimolate dal potere dei Social Media e del video marketing. Brand e aziende cominciano a capire sempre di più il valore di questi strumenti, e plasmano le proprie campagne online di conseguenza.