e-commerce contenuti-blog

Scrivere su un blog? Ciò che si deve sapere

Leggimi

Scrivere su un blog? Ciò che si deve sapere. Per scrivere su un blog bisogna sempre tenere conto di tanti fattori tra loro distinti. Spesso, quando ci si accinge a pubblicare un articolo, si tende a dare ovviamente un peso maggiore ai contenuti prossimi alla pubblicazione, rispetto a concentrarsi su altri parametri altrettanto importanti, non ultimo il pubblico cui ci si intende rivolgere. 

Scrivere su un blog? Ciò che si deve sapere

Ecco una lista di alcune cose che occorre sapere ogni volta che ci si predispone a scrivere un articolo sul proprio blog o sito web:

1) La maggior parte degli utenti legge sui mobile devices:

Non è un mistero, né una novità o una considerazione sorprendente. Ma è una realtà il fatto che la maggior parte degli utenti online accedano ai contenuti testuali dai propri mobile devices, smartphone in primo luogo. Ognuno di loro è di conseguenza mobile-addicted. Siate pronti a realizzare i vostri contenuti in ragione di una simile cognizione. Evitate grafiche troppo ingombranti o testi che siano formattati in maniera poco appropriata. Ricordatevi che tali contenuti dovranno essere letti su schermi piccoli. Evitate di appesantire troppo il tutto.

2) I lettori non leggono tutto il testo

Per quanto ciò possa apparire in un primo momento piuttosto frustrante, è una realtà che bisogna tenere in considerazione. Per le ragioni addotte al quarto punto di questo articolo, sono rari i casi in cui un utente si soffermi a leggere un testo per tutta la sua durata. A meno che non si tratti di contenuti che interessino totalmente il lettore. Sfruttate a tale proposito sottotitoli che spezzino in più parti gli argomenti che andate trattando, così da non annoiare né affaticare troppo chi si predispone a leggere i vostri scritti.

3) Più semplici i contenuti, maggiore il successo:

Strutturare un articolo perché, al termine dello stesso, si possa avere l'impressione di trovarsi di fronte a una struttura definita, è cosa che desta un senso di conforto nei lettori. Dividere il testo in paragrafi, ad esempio, dà già un'idea di ordine delle informazioni raccolte. Non dimenticatevi mai di serbare una struttura chiara e come gerarchica, per tutti gli articoli che scriverete. Fate inoltre in modo che i contenuti da voi elaborati siano esposti in maniera semplice e facile da assimilare. Come vedremo al punto quattro di questo articolo, i lettori sono molto impazienti: guai ad annoiarli.

4) I lettori non hanno tempo da perdere:

Questa è un'affermazione che può abbinarsi agilmente alle ultime ricerche relative alla soglia d'attenzione umana. Secondo tali studi, la nostra soglia di attenzione è diminuita ulteriormente rispetto al passato, attestandosi a circa otto secondi. Per questo motivo, dovrete fare in modo di realizzare contenuti che siano in grado di tenere desta l'attenzione degli utenti abbastanza a lungo da evitare loro distrazioni. Offrite una navigazione intuitiva e interattiva, fornite risposte puntuali e informazioni di rilievo, e non ci saranno problemi.