Come-promuovere-al-meglio-il-tuo-E-commerce-su-Linkedin

Come promuovere al meglio il tuo E-commerce su Linkedin

Leggimi

Ci sono tanti modi per promuovere il proprio E-commerce e uno di questi è Linkedin, il social del lavoro per eccellenza. Linkedin però è una piattaforma diversa da Facebook e Instagram, creata principalmente per professionisti.

Perché utilizzare Linkedin

Questo social nasce all’inizio degli anni 2000, nel 2003 e dal momento della sua comparsa non ha fatto che crescere. L’intenzione con cui è venuto al mondo è anche il motivo per cui la maggior parte delle persone conoscono Linkedin: aiutare le persone a cercare lavoro. Ma essendo un social nel tempo, per non venire schiacciato dalla concorrenza e rimanere competitivo, è cresciuto. Ora si potrebbe dire che unisce le funzionalità migliori per mettere in contatto aziende e persone interessati degli altri social. Anche se viene comunque utilizzato principalmente per creare contatti di tipo professionale, questo non significa che sia limitato alla ricerca del lavoro.

Anzi, molte aziende utilizzano questo social per pubblicizzarsi e avere un profilo più professionale rispetto a ciò che può capitare su facebook. Infatti qui si ha la possibilità di dare un’immagine più completa e precisa del proprio lavoro, sfruttando la possibilità di aprire una pagina azienda e condividere novità. Argomenti che su altri social rischierebbero di venire penalizzati davanti al pubblico di linkedin trovano il loro posto. Questo perché qui le persone non vanno a cercare amicizie e modi per passare il tempo, ma, principalmente, novità e informazioni legate al loro campo di lavoro e interesse.

La pagina aziendale

Per poter promuovere il proprio E-commerce c’è ovviamente bisogno di una pagina aziendale anche su questo social. Su Linkedin per poterne aprire una bisogna avere già un profilo proprio, con nome e cognome. Attraverso la propria pagina un’azienda può raccontare la sua storia, mettere in mostra le sue novità, esporre i suoi successi, coinvolgere le persone e attirare nuovi clienti. Si tratta quindi di un passo importante da fare per sponsorizzare il proprio business.

Non tutti possono aprire una pagina aziendale, Linkedin infatti richiede alcune cose per far sì che né l’azienda, né il profilo a cui è collegata siano falsi e assicurarsi che chi apre il profilo aziendale sia effettivamente dipendente per quell’azienda. Tuttavia, anche se potrebbe volerci un po’ per aprire un profilo aziendale, ne vale assolutamente la pena. In parte perché una volta aperto le persone che ci lavorano potranno aggiungerlo al loro profilo, aiutando a generare traffico. In parte per le ragioni sopra descritte.

Come gestire la pagina aziendale del proprio e-commerce su Linkedin

Come abbiamo detto questo è un social per professionisti, o, quantomeno, per persone interessate al mondo del lavoro. Per questo il profilo aziendale deve essere professionale. Questo non vuol dire che se lo spirito dell’azienda è giovane, moderno, giocoso, scanzonato o altro lo si debba sopprimere o nascondere a favore di un’aria più seriosa. Bisogna però saper gestire nel modo giusto questo media.

Prima di tutto il profilo dell’azienda su Linkedin va completato in ogni suo punto, come per quello delle persone. Aggiungere immagini di ottima qualità per la copertina e una descrizione piacevole e completa per parlare della propria azienda è fondamentale. Oltre a questo vanno aggiunte tutte le varie informazioni, come il sito internet ed eventualmente orari d’ufficio, numero di telefono e sede. E il campo in cui si lavora.

Molto importante è mantenere il proprio profilo aziendale sempre aggiornato, con contenuti pubblicati almeno 3 o 4 volte alla settimana, attraverso news o articoli del proprio blog. Si dovrebbe principalmente parlare di novità legate alla propria azienda e alla sua mission. Per esempio, un e-commerce impegnato sulla tecnologia green ha senso che condivida storie che parlano di eco-sostenibilità, soprattutto se legate al suo ambito di interesse e la sua zona di lavoro. Un’altra cosa importante è ricordarsi di variare i contenuti, tra articoli, video e link.

Aumentare i followers del proprio E-commerce su Linkedin

Ci sono alcune regole da ricordare per riuscire ad avere il meglio del proprio profilo Linkedin.

  • Mantenerlo sempre aggiornato con storie interessanti capaci di coinvolgere e venire condivise.
  • Inserire tutte le informazioni utili riguardati l’azienda (telefono, link) e metterle ben in evidenza, come attraverso un banner.
  • Coinvolgi le persone che lavorano con te per far sì che seguano il profilo dell’azienda e lo pubblicizzino.
  • Fa lo stesso con i clienti, invitandoli a seguire il profilo Linkedin dell’e-commerce, magari sfruttando le newsletter e il tuo stesso sito.
  • Utilizza i guppi di Linkedin, facendo attenzione a non promuoversi eccessivamente e risultare inopportuno.
  • Utilizza Linkedin Ads per pubblicizzare la tua pagina e la tua azienda.

Utilizzare Linkedin per il proprio e-commerce non porta solo pubblicità, ma rafforza molto la brand awareness e brand identity.

Per gli interessati di social media, brand e altro ancora legato al mondo dell’e-commerce l’E-commerceDay 2018 di Torino è il posto giusto.