Home Formazione Tendenze d’acquisto per gli italiani nel 2022

Tendenze d’acquisto per gli italiani nel 2022

Le tendenze d’acquisto degli italiani stanno diventando continuamente più digitali: durante il 2022, per l’appunto, la maggior parte degli italiani è intenzionata a comperare principalmente online. Lo svela uno studio commissionato di Klarna – leader globale nei servizi di pagamento, bancari e da fare acquisti, che ha coinvolto 16.000 consumatori in 11 Paesi, oltre 1000 in Italia.

Più di 1 italiano su 2 considera di acquistare soprattutto online nel 2022

Nel Belpaese, 9 user attivi di Internet su 10 hanno compiuto un acquisto online durante il 2021 e più della metà di essi (52%) pensa che effettuerà la maggioranza dei propri acquisti online già a partire dal 2022. Tale dato posiziona i compratori italiani in linea di quelli che acquisteranno prevalentemente online in Regno Unito (57%) e Svezia (52%). Dato diverso rispetto a Paesi come Stati Uniti (43%), Germania (42%), Finlandia (36%), Norvegia (33%) e Austria (32%).

Il 33% dei compratori sul web italiani, in aggiunta, esegue già acquisti digitali su settimanalmente. Ciò nonostante, l’attuale propensione per i negozi fisici resta maggiore che in altri Paesi come Regno Unito, Paesi Bassi e Germania.

Leggi anche: Come migliorare l’esperienza d’acquisto dei tuoi clienti

Gli italiani pensano che i rivenditori debanno potenziare i processi

Il 76% degli italiani reputa che i marchi debbano investire in nuove tecnologie per soddisfare la domanda in evoluzione dei propri acquirenti. Sono principalmente la logistica, i resi e i pagamenti a essere avvertite come debolezze. Il 79% degli intervistati ritiene che i rivenditori debbano potenziare i processi di restituzione e altrettanti sono alla ricerca di metodi di pagamento più agevoli. Al 23% è capitato di dover attendere un rimborso per più di 7 giorni, mentre al 31% per oltre 3 giorni. Non stupisce, quindi, che il 78% ogni tanto evitino di comprare online se non sono certi di voler tenere i prodotti. Riguarda comunque di un limite che è possibile oltrepassare, tanto che il 75% degli italiani sarebbe più disposto a comprare sul web se avesse l’opportunità di pagare l’intero importo solo dopo aver ricevuto la merce.

“Gli italiani sono favorevoli ad una progressiva trasformazione digitale. Molti, però, sono titubanti nell’acquistare online perché sono preoccupati dal rischio di veder trattenuto il proprio denaro se i prodotti non sono all’altezza delle aspettative. Quasi tutti i consumatori italiani pensano che, quando si tratta di e-commerce, la logistica debba migliorare e 3 su 4 acquisterebbero online più spesso se potessero ricevere la merce prima di pagare. È chiaro che gli italiani sono desiderosi di diventare più digitali nella loro shopping experience: se i retailer sapranno migliorare la logistica degli acquisti, potranno sfruttare importanti opportunità di crescita” afferma Francesco Passone, Country Manager Klarna Italia.

Il digitale conquista nell’ Elettronica ed Entertainement

Gli italiani prediligono l’acquisto sul web quando si tratta di elettronica ed entertainment.

Lo studio di Klarna

La ricerca

La ricerca è stata realizzata da Klarna con la partecipazione dell’agenzia di ricerca Dynata, prendendo a campione rappresentativo almeno 1.000 intervistati per Paese, per un complessivo di oltre 16.000 intervistati nel mondo. Nel mese di ottobre 2021, più di 1000 italiano hanno partecipato all’indagine. I campioni sono rappresentativi a livello nazionale, comprendono compratori di età compresa tra i 18 e i 65 anni, e sono stati scelti dall’agenzia Dynata.

L’indice di shopping

Lindice di shopping di Klarna presenta la proporzione in cui i consumatori preferiscono comprare sul web rispetto ai negozi fisici. La media è 100, ciò significa che abbiamo una preferenza ben bilanciata. Sopra il 100, significa che i consumatori preferiscono largamente lo shopping online, mentre sotto il 100 significa che i negozi fisici sono preferiti maggiormente. I valori si fondano sulle preferenze per i negozi sul web e fisici per 12 categorie merceologiche, calcolare sulla base del numero di compratori del mese per ogni categoria. Quindi, le categorie che vengono comprate con maggior frequenza hanno anche un impatto più grande sul posizionamento nella scala.

La tabella in breve

I dati in tabella presentano la quota di compratori che prediligono l’acquisto sul web in ogni categoria di merce differente. La media del mondo comprende altri 10 Paesi e non è stata calcolata in base alla popolazione.

Se sei un imprenditore digitale e sei interessato a creare un business di successo? Non perderti l’undicesima edizione di EcommerceDay! Il 29 e 30 settembre 2022 si terranno due giornate di formazione con i più grandi esperti di marketing digitale, ecommerce, new retail ed omnichannel.

CONSULTA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCEDAY

Articolo precedenteTendenze del web design per il 2022
Prossimo articoloTime Management: lavorare in modo intelligente per aumentare la produttività