Home Web Marketing Social Media Twitter Analytics: cos’è e come utilizzarlo per il tuo brand

Twitter Analytics: cos’è e come utilizzarlo per il tuo brand

Twitter Analytics: cos'è e come sfruttarlo per la tua impresa

In un mondo in cui i Social Network fanno parte della nostra vita quotidiana, è diventato essenziale per le aziende sviluppare una strategia di comunicazione social efficace.

Grazie al Social Network, infatti, è possibile non solo comunicare le offerte e le ultime novità del brand, ma anche rimanere a stretto contatto con il cliente. Grazie a questi strumenti, infatti, i consumatori possono interfacciarsi con la quotidianità di un’impresa, comprendendo le mission e i valori che quest’ultima vuole trasmettere.

Twitter, nonostante non sia il social network più utilizzato, rappresenta un’interessante opportunità per le aziende che desiderano comunicare con il proprio cliente in modo rapido e diretto.

Questa applicazione rappresenta una piattaforma di scoperta e rilascia decine e decine di prodotti nuovi ogni anno. Simone Tomassetti, Strategic Partnerships& Southern Europe, Benelux & Scandinavia per Twitter, durante la terza edizione di EcommerceWeek ha definito questo social come “Una piattaforma molto specifica che permette di seguire i trend e le ultime novità anche per quanto riguarda il mercato dei brand. Twitter è la piattaforma più adatta per la pubblicità di un determinato prodotto.”

Leggi anche: EcommerceWeek, giorno 3.

Per venire incontro alle aziende, Twitter ha sviluppato uno strumento gratuito e disponibile per tutti gli utenti e i brand. Si tratta di “Twitter Analytics“, un tool in grado di misurare e analizzare in tempo reale l’efficacia di un tweet e di un hashtag.

Ma quali sono le caratteristiche specifiche di Twitter Analytics e perché è così conveniente per le aziende?

Cosa sono le Twitter Analytics e come si utilizzano

Le Twitter Analytics consentono agli utenti di monitorare e visionare le metriche principali del proprio account. Questo strumento è stato introdotto direttamente da Twitter nel 2014 ed è disponibile per tutti gli utenti della piattaforma.

Il tool è disponibile sia per account professionali che per account privati: tutti possono utilizzare le Twitter Analytics in maniera gratuita.

Utilizzarlo è semplice e veloce. Basta selezionare dal menù a tendina, sotto la voce “Altro”, la sezione dedicata agli Analytics.

Una volta entrati nell’impostazione dedicata, questo strumento consentirà di visualizzare una panoramica completa di quella che è la propria attività sulla piattaforma. Così come anche per altri strumenti di analisi di altri Social Media, Twitter Analytics analizzerà i contenuti e le azioni degli utenti in un lasso temporale di 28 giorni, ovvero circa un mese.

L’utente potrà visualizzare qual è il tweet con l’engagement più alto, ovvero quello con il maggior numero di impressioni.

Un ulteriore dato a cui si potrà avere accesso è il numero di visite che ha ottenuto il proprio profilo. Questo numero fariferimento all’ultima mensilità ed è possibile confrontarlo con le statistiche del mese precedente grazie ad un grafico che mostrerà l’andamento del profilo.

Grazie a questo strumento è possibile anche visualizzare le menzioni del proprio profilo in altri account. In particolar modo, l’azienda potrà visualizzare qual è stata la mention che ha riscosso il più alto numero di engagement.

Se la strategia social dell’azienda prevede l’utilizzo di video, grazie a Twitter Analytics sarà possibile vedere le views e il comportamento degli utenti di fronte al filmato da te pubblicato. Per esempio: gli utenti guardano tutto il contenuto o si soffermano sui primi secondi?

Un’ulteriore, preziosa statistica che sarà possibile visionare è quella legata al monitoraggio delle conversioni. Se per esempio un follower entra in contatto con il tuo profilo grazie ad un banner pubblicitario tramite smartphone e poi tornerà sul tuo profilo attraverso un laptop, Twitter Anaylitcs ne terrà conto e lo mostrerà all’utente.

Quali sono i benefici per il tuo business plan?

Non è difficile immaginare perché le aziende debbano utilizzare con attenzione questo strumento di Twitter.

In primo luogo, i brand possono comprendere cosa vuole realmente il proprio target di riferimento. Grazie a Twitter Analytics sarà possibile visionare gli insight del proprio seguito, visualizzando quali sono i contenuti a cui la propria audience presta maggiore attenzione. Tweet? Foto? Video? In che giorno della settimana sono più attivi e qual è l’orario in cui il tuo target è più attivo sulla piattaforma?

Senza queste statistiche non è possibile sapere con precisione quale tipo di contenuto avrà successo e cosa, invece, si rivelerà un flop.

Un ulteriore vantaggio offerto da questo tool è la possibilità di tracciare con precisione la crescita della propria azienda. Twitter Analytics offre infatti un tracking piuttosto dettagliato di quelli che sono i nuovi follower e di quelli che hanno invece smesso di seguire il brand. Grazie a questa tipologia di dati, è possibile sapere quale tipologia di contenuto attira i nuovi followers.

Grazie a Twitter Analytics, è possibile inoltre sapere qual è l’orario migliore per postare sul social. Non è possibile infatti stabilire in maniera universale quale sia il momento migliore della giornata per pubblicare un determinato contenuto. Questo dipende infatti dalla tua audience. Le Analytics consentiranno alla tua azienda di visionare quali sono i post che ottengono il maggior engagement e di comprendere qual è l’ora in cui i tuoi followers sono maggiormente attivi.

Di Social Media e di strategie marketing per la tua azienda si parlerà anche durante l’undicesima edizione di EcommerceDay. Il 29 e il 30 Settembre 2022 i maggiori esperti di e-commerce, omnichannel, new retail e digital marketing si incontreranno per discutere dei trend e delle strategie più efficaci per il business digitale.

Sei interessato? Vorresti diventare partner? Vuoi avere più informazioni sui biglietti e sugli orari?

VISITA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCEDAY ED IMPARA DAI MIGLIORI.

Articolo precedenteModelli di Business Digitale: quali sono e quale scegliere per la propria azienda
Prossimo articoloUsabilità e ecommerce: perché è importante che un sito sia ottimizzato