green-economy-e-commerce-e-sostenibilita-ambientale-come-funziona

Green Economy, e-commerce e sostenibilità ambientale: come funziona?

Leggimi

Si parla sempre di più di green economy ed economia circolare, ma di cosa si tratta veramente e in che modo influisce o influirà sulle nuove aziende e il mondo dell’e-commerce?

Cos’è la green economy?

Negli ultimi anni si sente più parlare di green economy in diversi ambiti, ma cosa vuol dire veramente, in poche parole? Come si può intuire dal nome (economia verde, in italiano) si tratta di un gruppo di attività produttive che mirano a ridurre il loro impatto ambientale ed essere, quindi, più sostenibili. Questo avviene attraverso innovazioni tecnologiche, riduzione degli sprechi e monitoraggio attento di tutte le attività.

L’importanza della cosiddetta green economy quindi è legata alla sua sostenibilità ecologica e, negli anni, è diventata sempre più centrale. Infatti con il passare del tempo sempre più aziende hanno investito in ambiti green per essere più sostenibili, andando a creare quindi anche dei nuovi lavori e opportunità di lavoro, ovvero i green jobs.

Gli scopi della green economy e in che modo può aiutare l’ambiente e le aziende

Gli scopi questo tipo di economia sostenibile sono semplici: ridurre gli sprechi, evitare di crearne altri e rispettare il più possibile l’ambiente circostante. Qualsiasi tipo di azienda può entrare a far parte di questo mondo, anche se gli occhi tendono a essere puntati su alcune tipologie in particolare. Non c’è bisogno di essere un’azienda che lavora per forza nel campo delle risorse o dell’energia per sostenere la green economy infatti. Basta andare a creare una linea o più di prodotti che fa uso di materiali primi ecologici o riciclati, per esempio, seguire una politica di raccolta differenziata e, in generale, ridurre il proprio impatto ambientale.

Se, da un lato, certe politiche richiedono degli investimenti a lungo termine si tratta di soluzioni alternative capaci anche di far risparmiare, oltre essere ottime per rinnovare e innovare l’immagine dell’azienda.

Nel corso dell’ultimo decennio infatti si è sviluppata, continuando a crescere, un’importante coscienza ambientale condivisa. Questo ha portato anche all’esplosione della green economy e una sensibilità maggiore, da parte dei consumatori, rispetto a certi argomenti. Scegliere di puntare sulla green economy quindi diventa non solo una questione di sostenibilità e cura per l’ambiente, ma anche un modo per dare un nuovo volto alla propria azienda, facendo sì che possa distinguersi in mezzo alle altre.

Green Economy ed E-commerce: come sono legati?

Nei consumatori la ricerca di uno stile di vita più sostenibile è in continuo aumento. Questo è da notarsi soprattutto quando si parla del settore food, molto importante nell’economia italiana. Nel 2017 si è registrato un boom nel settore di prodotti ortofrutticoli bio e start-up capaci di consegnare frutta e verdura fresche direttamente a casa continuano a nascere.

Tuttavia se da un lato la possibilità di avere accesso a prodotti biologici e sostenibili è un lato positivo del connubio tra economia verde ed e-commerce, non mancano quelli negativi. In particolare a da notarsi nel campo degli imballaggi e trasporti. La necessità di far arrivare i prodotti direttamente dall’azienda al consumatore infatti ha portato a un incremento del traffico e dell’inquinamento. Allo stesso modo il fatto di dover imballare suddetti prodotti ha fatto aumentare il consumo di plastica e parti di scarto. Tuttavia queste nuove problematiche hanno anche dato vita a nuove soluzioni e alternative, soprattutto nel campo dell’inscatolamento.

La sfida per gli e-commerce sostenibili

Amazon ha guadagnato una certa fama con il suo imballaggio “apertura facile”, che elimina parti in plastica. L’azienda, inoltre, offre una consulenza gratuita per chi si affida a lei per aiutare a creare imballaggi simili. Ebay invece offre una guida online per i suoi clienti, con indicazioni su come inviare i prodotti in confezioni eco sostenibili. Non si tratta solo di grandi nomi d’oltreoceano. In Italia, nel campo della moda e del design, c’è Yoox che ha messo a punto la sua confezione sostenibile, certificata a livello internazionale.

La necessità, sempre più impellente, di unire la capacità di creare ricchezza alla sostenibilità sta creando diverse soluzioni. In parte però le aziende si trovano a doversi affidare anche ai clienti. Per esempio, nella gestione dei trasporti, potersi accordare con i clienti sull’orario della consegna permette di evitare corse a vuoto, che sono sia uno spreco di soldi, sia inquinanti. L’esplosione dell’e-commerce ha fatto sì che le persone si abituassero a realtà sempre più efficienti e veloci. Tuttavia la crescita della coscienza ecologica ha portato a un aumento nella ricerca di prodotti sostenibili. Se questo andrà avanti e le aziende continueranno a sostenere e investire nell'ecosostenibilità ci si potrà trovare davanti a un green revolution. Con tutti i vantaggi ambientali ed economici che ne conseguiranno.