Fondato nel 2010
Home Articoli Ecommerce Internazionale: tools e opportunità per il business online

Ecommerce Internazionale: tools e opportunità per il business online

Ecommerce internazionale: tool ed opportunità

In un mondo sempre più globalizzato e connesso, l’ecommerce internazionale si evolve e cresce molto rapidamente. I consumatori si rivolgono sempre di più ai marketplace globali per acquistare prodotti che non sono disponibili localmente.

Ecommerce Internazionale: agire ed investire sulla supply chain 

La logistica è sicuramente la parte più importante da considerare quando si vuole intraprendere un ecommerce internazionale.

Gestire spedizione e distribuzione internazionale vuol dire avere a che fare con una supply chain più grande, complessa ed intrecciata.

Per evitare problemi che potrebbero interrompere la supply chain o aumentarne in modo esponenziale i costi, è necessario avvalersi di strumenti tecnologici per ottimizzare. 

Gli strumenti essenziali per un ecommerce internazionale

Diventa Partner EcommerceDay 2023

1. Supply Chain Magagement Tool (SCM)

L’SCM aiuta i business ecommerce nell’automatizzare la maggior parte dei processi e delle operazioni della supply chain e, allo stesso tempo, mette a disposizione strumenti analitici per monitorare e aumentare la crescita.

Questo strumento è di vitale importanza per tenere d’occhio il flusso dei prodotti lungo tutta la catena, dal supplier alla manifattura, dal retailer al cliente.

Uno degli obiettivi principali della gestione della supply chain è quello di diminuire i costi dell’inventario e tenere traccia della vendita dei prodotti e della loro disponibilità quando c’è domanda.

Avere un potente strumento di gestione della supply chain permette di gestire al meglio la complessa rete logistica internazionale dell’ecommerce permettendo una profittabilità a lungo termine.

Leggi anche: 7 modi per avere clienti internazionali: come ottimizzare l’ecommerce

2. Invetory Management tool

Anche se l’SCM è in grado di monitorare la catena, possono comunque capitare problemi di surplus di stoccaggio oppure possilibità di vendita non sfruttate che causano gravi problemi per la crescita dell’ecommerce, risultando in perdite ingenti. 

Con un Inventory management tool sarà possibile ottenere la produttività e l’efficienza nelle operazioni in quanto lo strumento fornisce dettagli che aiutano a capire quali prodotti vengono venduti più in fretta nei canali di vendita.

Collegando questo strumento a tutti i negozi online che si possiedono ed ai marketplace si può fare in modo che il livello di stoccaggio sia bilanciato ogni volta che avviene un acquisto, riducendo le chance di overselling

Unendo una pianificazione snella riguardo la domanda ad un reporting automatico e competenza logistica, si potranno effettuare decisioni strategiche sull’inventario.

Diventa Speaker EcommerceDay 2023

3. Customer relationship tool  (CRM)

Quando si agisce su scala internazionale, uno dei metodi più efficienti per migliorare le vendite è quello di fornire più opzioni per i sistemi di pagamento, aumentando la possibilità che in consumatori facciano acquisti sullo store.

Nel commercio internazionale, si avrà a che fare con diversi paesi, di conseguenza bisogna anche considerare l’implementazione di sistemi di pagamento locali, tenendo a mente che alcuni di questi vengono offerti solo in paesi e valute specifiche.

Un CRM aiuta l’azienda a raccogliere dati di valore sul consumatore che permettono la personalizzazione dell’esperienza, la conoscenza di quali sistemi di pagamento vengono preferiti, ma anche personalizzare il marketing e strategie per canali social il tutto in tempo reale.

Consiglio Pipedrive, un CRM personalizzabile, un software basato su cloud che può essere utilizzato dal web e dall’app mobile.

4. Team Collaboration Tool

Per poter gestire la vendita in diversi paesi è necessario saper gestire un team potenzialmente massiccio che gestisce i vari dipartimenti.

Per una collaborazione più efficiente, i membri del team devono comunicare nel modo migliore e più trasparente possibile, partendo dal fatto che gli individui devono conoscersi a vicenda. 

I team collaboration tool permettono ai diversi dipartimenti di rimanere connessi tra loro e lavorare simultaneamente in ogni luogo. 

5. Do It Yourself App builder (DIY- “costruzione di app fai da te”)

Con gli utenti che spendono sempre più tempo sugli smartphone e altri device mobili, ogni retailer deve avere un’applicazione mobile. 

Avere un App veloce e semplice da usare aiuterò ad aumentare le vendite, promuovere il proprio brand in modo più efficace e rinforzare la clientela.

Grazie alla tecnologia si può ottenere un’app per il proprio business grazie al tool DIY app builder. Grazie a semplici funzioni “drag and drop” è tutto sommato semplice fare il design della propria applicazione senza dover assumere uno sviluppatore esperto in applicazioni.

Ovviamente, in base alla propria attività e al proprio piano va scelto l’app builder migliore per la propria azienda.

Call for Speaker EcommerceDay 2023 // Call for Partner EcommerceDay 2023

Le opportunità dell’ecommerce internazionale 

Avere una rete internazionale di ecommerce porta a diverse opportunità. Per prima cosa, una pool di potenziali clienti decisamente più ampia come target, poi la possibilità di individuare le offerte internazionali di prodotti con cui competere tramite una qualità superiore del prodotto oppure offrendo un prezzo inferiore.

Espandere i propri confini all’estero porta anche un aumento della brand awareness e recognition che aiutano nel posizionare, promuovere e pubblicizzare i propri prodotti. E’ importante però notare che ci saranno diverse sfide.

Abbiamo fatto l’esempio della logistica, ma anche altri come il marketing vanno considerati. Le strategie e tattiche che funzionano in Italia, potrebbero non funzionare in altri paesi, per motivi culturali alcune pubblicità potrebbero risultare addirittura offensive e danneggiare il brand.

Leggi anche: Turismo post COVID-19: come usare l’ecommerce per prepararsi al futuro

Abbiamo appena visto come creare un ecommerce internazionale e gestirlo al meglio sia un processo complesso, ricco di sfaccettature.

Per comprendere come gestire il proprio business online, sia questo locale o internazionale, partecipa alla dodicesima edizione di EcommerceDayDue giornate di formazione con i più grandi esperti di marketing digitale, ecommerce, new retail ed omnichannel in cui potrai approfondire le tue conoscenze nel settore e imparare direttamente dai migliori.

Leggi anche: Alcuni temi tratatti a EcommecreDay

Se vuoi diventare uno Speaker di EcommerceDay 2023EcommerceWeekEcommerceTalk, clicca qui o se vuoi diventare Partner di Ecommerce Day 2023, clicca qui

CONSULTA IL SITO DI ECOMMERCEDAY

Articolo precedenteCome creare le Buyer Personas
Prossimo articoloBlack Friday: le vendite online secondo Klarna
Manager eclettico, dopo 15 anni di consulenza IT in Italia e all’estero per importanti aziende italiane e multinazionali, fonda la web agency Jusan Network. La storia della Jusan Network inizia nel 2005 con un’ampia visione strategica nel campo del IT e della Digital Transformation. Nel corso degli anni si è sempre più focalizzata nello sviluppo di e-commerce e nella comunicazione digitale diventando un punto di riferimento importante per Istituzioni Nazionali e Internazionali, Enti Governativi e multinazionali. Oggi all’avanguardia anche per quanto riguarda discipline come Graphic Design, Branding, Web Marketing, Social Media Marketing, Content Marketing, sviluppo e strategie SEO, formazione e organizzazione d’eventi. Insieme a EcommerceDay e EcommerceGuru, l’innovativo magazine online dedicato al commercio elettronico, punto di riferimento importante per chi vuole dedicarsi alla vendita online, Samuele Camatari crea l’Accademia dell’eCommerce, una scuola che offre numerosi corsi di formazione sul web marketing e sulla vendita online. Samuele Camatari è Presidente Turinin, docente IED, Enaip e formatore del top management di importanti aziende italiane.
Subscribe for notification
Exit mobile version