Fondato nel 2010
Home Articoli Quali sono i limiti dell’intelligenza artificiale?

Quali sono i limiti dell’intelligenza artificiale?

limiti intelligenza artificiale
limiti intelligenza artificiale

Quali sono i limiti dell’intelligenza artificiale? Che cosa dobbiamo aspettarci in futuro da una simile tecnologia?
L’AI è sicuramente il trend tecnologico più entusiasmante degli ultimi tempi. Pensando al rapporto che intercorre tra uomo e macchina oggi viene da commuoversi all’idea di ciò che riusciremo a fare in futuro. Macchine che potranno fare cose al posto nostro, decidere in nostra vece, in una pluralità di settori: dall’automotive alla sanità ai social alle risorse umane alle sentenze legali.

Quali sono le potenzialità dell’intelligenza artificiale?

Le potenzialità dell’intelligenza artificiale sono apparentemente senza fine, e non è un caso che l’opinione pubblica sia dimidiata da pareri contrastanti in merito. Fino a quanto saremo in grado di controllare l’AI? Fino a che punto l’integrazione uomo-macchina potrà dirsi proficua?
Se stiamo a considerare gli accoliti del transumanesimo, e leggiamo “Essere una macchina” di Mark O’Connell, scopriremo come si stiano compiendo test sperimentali per caricare i dati della nostra mente su un supporto robotico che possa sopravviverci. Anche la crionica fa leva sulle potenzialità dell’intelligenza artificiale. Il suo obiettivo? Conservare i corpi delle persone per scongelarli in un dato momento futuro. Come? Decapitando la salma e sostituendo i fluidi corporei con liquidi antigelo.

E quali sono i suoi limiti?

Ci sono dei limiti circoscritti all’intelligenza artificiale che ancora non sono stati risolti. Gli algoritmi AI non forniscono spiegazioni sul perché di certi loro comportamenti. L’AI è programmata per funzionare e svolgere un compito particolare, ma non possiede le ragioni di fondo di una simile mansione.
Inoltre i computer sono infallibili solo quando li si programma per svolgere un singolo compito. Non sono capaci di eguagliare l’intelligenza umana per le altre abilità. Il multitasking è un concetto che non possono ancora fare proprio. Ad ogni modo, il cambiamento tecnologico procede alla velocità del suono e presto o tardi si potrà raggiungere l’AGI: Artificial General Intelligence. E sarà allora che AI e mente umana potranno dirsi alla pari.

Articolo precedenteVuoi diventare un editore? Segui questi consigli
Prossimo articoloBreve guida alle chiavette USB personalizzate
Manager eclettico, dopo 15 anni di consulenza IT in Italia e all’estero per importanti aziende italiane e multinazionali, fonda la web agency Jusan Network. La storia della Jusan Network inizia nel 2005 con un’ampia visione strategica nel campo del IT e della Digital Transformation. Nel corso degli anni si è sempre più focalizzata nello sviluppo di e-commerce e nella comunicazione digitale diventando un punto di riferimento importante per Istituzioni Nazionali e Internazionali, Enti Governativi e multinazionali. Oggi all’avanguardia anche per quanto riguarda discipline come Graphic Design, Branding, Web Marketing, Social Media Marketing, Content Marketing, sviluppo e strategie SEO, formazione e organizzazione d’eventi. Insieme a EcommerceDay e EcommerceGuru, l’innovativo magazine online dedicato al commercio elettronico, punto di riferimento importante per chi vuole dedicarsi alla vendita online, Samuele Camatari crea l’Accademia dell’eCommerce, una scuola che offre numerosi corsi di formazione sul web marketing e sulla vendita online. Samuele Camatari è Presidente Turinin, docente IED, Enaip e formatore del top management di importanti aziende italiane.
Subscribe for notification
Exit mobile version