yocabe-moda-ecommerceguru

Yocabè: la startup che fa vendere i marchi di moda

Leggimi

Yocabè nasce per aiutare i brand di medie dimensioni a vendere online attraverso i più grandi marketplace del mondo

Si chiama Yocabè ed è nata nel 2015, la nuova startup interamente italiana che si dice pronta a rivoluzionare il mondo delle vendite online dei merchi di moda.

L'idea nata dal successo delle Online Travel Agency

Fondata da Vito Perrone, che ha un passato come manager di Venere ed Expedia, e che ha come obiettivo quello di realizzare per la moda ciò che le Online Travel Agency hanno realizzato con i piccoli e grandi hotel. Infatti grazie a Yocabè le aziende potranno raggiungere milioni di clienti che acquistano ogni giorno sui marketplace di tutto il mondo.

Logistica, distribuzione, prezzo: Yocabè pensa a tutto

Amazon, Privalia, Zalando, eBay. Sono solo alcuni dei marketplace attraverso cui Yocabè distribuisce i prodotti dei brand che fanno parte del proprio network. Infatti, questa startup si occupa della logistica e della distribuzione, aiutando i marchi di moda a coprire velocemente le richieste degli utenti. Inoltre, usa un algoritmo dinamico che permette ai brand di fissare un prezzo sempre adeguato. In questo modo si evita di svalutare il prodotto o di creare competizione con altri shop online o store tradizionali.

La nuova starup serve già clienti importanti

Tra i brand che hanno già scelto Yocabè ci sono Diadora, Superga, Carrera, Breil, Meltin’Pot. L’obiettivo è quello di aiutare le migliaia di brand di medie dimensioni che, da soli, faticano a vendere online i loro prodotti ma che sono il cuore pulsante del sistema moda a livello internazionale. Infatti la crescita dell’Ecommerce non accenna ad arrestarsi e questi marchi hanno bisogno di qualcuno che li supporti a essere competitivi anche nel settore del commercio elettronico.

Un giro d'affari in crescita, presto anche fuori dall'Europa

Negli ultimi quattro anni sono passati attraverso Yocabè 130mila ordini. Solo nel 2018 il giro d’affari della piattaforma è arrivato a 3 milioni di euro. Questo successo dipende dal fatto che la startup è presente con trenta negozi sui marketplace più importanti d’Europa. E nel 2020 è pronta per espandersi anche in Nord America e in Asia.