Fondato nel 2010
Home Articoli E-commerce e video, quando e come usarli per vendere

E-commerce e video, quando e come usarli per vendere

e-commerce video
Come e quando usare i video per migliorare l'e-commerce

L’occhio vuole la sua parte; anche in ambito commerciale, soprattutto nell’ambito del commercio digitale. La dimensione visual ha un ruolo decisivo nel rendere i contenuti di vendita dell’e-commerce più interessanti, al punto da attirare un numero maggiore di clienti e aumentare le vendite.
Vediamo quindi quando e come utilizzare i video nell’e-commerce per sfruttare al meglio il loro potenziale.

Il potenziale e-commerce dei video

Oltre a rendere il sito più attrattivo per i clienti, i video sono in grado di suscitare le risposte più emotive da parte del pubblico. Più del 64% degli utenti afferma di essersi convinto ad effettuare un acquisto dopo aver visto un video che pubblicizzava il prodotto.

Quando un utente si approccia per la prima volta con un sito nuovo, la parte visual è la prima cosa in cui si imbatte. Foto e video sono i primi elementi che un utente vede all’interno di un sito; usarle perché siano di impatto e generino una risposta emotiva da parte dell’utente lo spingerà a voler restare per navigare sul sito.

Leggi anche: E-commerce e fotografia, il ruolo delle foto sullo shop online

Oltre l’85% del traffico di internet è oggi costituito da video, il formato che genera maggiore coinvolgimento con il pubblico. Basti pensare alla quantità di contenuti video offerti dai social, o dalle numerose piattaforme social nate appositamente per proporre video dopo video agli utenti.
È a questi mezzi che i brand si affidano per il successo dei loro e-commerce.

Come usare i video per l’e-commerce

I contenuti visivi, e in questo caso i video, devono mantenersi in linea con l’identità del brand. La coerenza è la prima cosa, è ciò che conferisce valore al marchio e di conseguenza ai suoi prodotti.

Come ogni altro aspetto del marketing, anche la comunicazione visiva va curata in ogni minimo particolare. Con un piano strategico preciso e consapevole i video possono portare l’e-commerce ad avere sempre più successo. Ecco alcune dritte.

Contenuti video di qualità

L’alta qualità visiva è la prima caratteristica che gli utenti notano quando fruiscono di contenuti video. Immagini danneggiate, non originali, o formati di bassa qualità disperdono l’attenzione del cliente e mostrano un’immagine del brand negativa e poco affidabile.

Essere unici e originali ripaga sempre; sarebbe importante che il brand producesse i suoi contenuti personalmente, senza ricorrere agli strumenti disponibili per tutto il mercato commerciale che rischiano di essere stati già utilizzati, di risultare già visti e poco interessanti.

Anche il peso del video influenza la qualità dell’esperienza di fruizione da parte del cliente. Contenuti troppo grandi e pesanti richiedono un tempo maggiore per caricarsi, ed è il caso di non spazientire gli utenti con lunghe attese. Più il sito è leggero e ben costruito, più è facile e veloce da navigare.

Condivisione di storie

Il vantaggio numero uno del mezzo visivo è la possibilità di raccontare storie. Gli utenti non hanno più bisogno di sole informazioni, possono ormai reperirle ovunque; ciò che il possibile acquirente vuole conoscere è l’effetto che il prodotto o servizio che sta per acquistare avrà sulla sua vita.

Quando gli utenti si identificano con la storia che il brand racconta sono più propensi a fidarsi non solo del brand, ma soprattutto dei suoi prodotti che vorrà acquistare.
I video dovranno quindi essere fonte di intrattenimento, capaci di catturare la totale attenzione dei clienti.

Perché una storia sia abbastanza coinvolgente è utile che porti con sé sentimenti profondi, magari collegati a questioni sociali rilevanti. È il caso del marketing emozionale, leggi qui per saperne di più.

Video brevi e memorabili

L’offerta di contenuti social delle piattaforme come Instagram e TikTok ha cambiato le abitudini dei fruitori del web. Se prima i video potevano trattenere l’attenzione degli utenti anche per qualche minuto, si pensi al catalogo di contenuti di YouTube, adesso è la brevità ad avere la meglio.

L’ideale sarebbe non superare il minuto di durata, e soprattutto non essere troppo didascalici. Un contenuto divertente, d’impatto e che magari fa affidamento su trend, musiche e filtri del momento è molto più interessante e comunicativo. Ottimizzare inoltre il formato dei video per la fruizione da smartphone è un ulteriore passo avanti verso il successo e la condivisione dei contenuti, resa più facile soprattutto sui social.

L’undicesima edizione di EcommerceDay è stata recentemente confermata. Due intere giornate dedicate al mondo dell’e-commerce, dell’omnichannel e del new retail dove si possono incontrare i più grandi professionisti del settore.

Sei interessato a partecipare? Vorresti diventare un partner di EcommerceDay?

CONSULTA IL SITO DI ECOMMERCEDAY PER AVERE TUTTE LE INFORMAZIONI

Subscribe for notification
Exit mobile version