Il Design Italiano sfila al Salone del Mobile di Milano

Leggimi

La 57° edizione del Salone del Mobile di Milano mostra le grandi trasformazione dell’Italian Design, che si scontra con la fluidità di un mondo che ha bisogno di più spazio. Scopriamo cosa è accaduto al Salone e quale sarà il futuro del Design italiano.

Salone del Mobile di Milano 2018: un vero successo

In Italia l’interesse nei confronti del Design sta crescendo a dismisura. Lo confermano i numeri incredibili del Salone del Mobile di Milano, oltre 2000 espositori e 435mila visitatori provenienti da 188 paesi.

Il Salone per gli addetti al settore diventa l’appuntamento più atteso: 6 giorni di appuntamenti dove osservare e magari anche acquistare il meglio del Design italiano. I tre grandi eventi che si sono tenuti quest’anno, ad aprile, sono: EuroCucina (e il suo evento FTK, Technology for the Kitchen), il Salone internazionale del Bagno e il SaloneSatellite.

La fluidità è l’anima del Design Italiano del Salone

Novità, stile e tendenze sono le parole che hanno contraddistinto questa manifestazione. Il Design Italiano esposto in una vetrina d’eccellenza.

Per questa 57° edizione, il sentimento che ha coinvolto la maggior parte degli espositori è stato uno su tutti: la fluidità. E certo, perché in un’epoca come la nostra dove tutto si consuma nel giro di un millesimo di secondo, anche le forme acquisiscono dinamismo, e si modellano per rispondere alle esigenze di ogni cliente. Come Box Life, proposto da Scavolini, un arredamento compatto per una casa piccina. Cambiano le esigenze delle persone, si trasformano le abitazioni. Il Design Italiano, con stile ed eleganza e attraverso la ricerca, riesce a reinventarsi per consumatori del domani. E Scavolini allora decide di “nascondere per organizzare”: la cucina coperta dall’armadio, il letto a scomparsa…

Il Salone del Mobile è… ottimizzazione dello spazio

Per l’Eurocucina abbiamo una varietà indiscriminata di forni, microonde, piani cottura, cappe e frigoriferi. Come Whirpool che rivoluziona il modo di lavorare in cucina con un set di elettrodomestici premium della W Collection che offre il massimo delle prestazioni al minimo sforzo. Tra i più innovativi, troviamo il frigorifero Space400: 400 litri di spazio, 70 cm di larghezza: il 45% di spazio in più rispetto a un frigo standard. Di nuovo, si recupera e ottimizza lo spazio. Anche in cucina.

Il Salone Internazionale del Bagno e il Fuori Salone

Il Salone Internazionale del Bagno e il Fuori Salone hanno visto la partecipazione di numerosi Brand Italiani, che hanno rivoluzionato il modo di pensare il design: funzionale, ergonomico, fluido, elegante. Un ritorno a un’idea di classico, che però presenti le forme e le strutture fisiche del moderno. Un vero tripudio per l’Italian Design che ancora una volta si conferma capostipite nel panorama europeo e forse anche mondiale. Sicuramente portatore di grosse novità.

Il Design Italiano sta cambiando: ce lo mostra Bartolomeo Italian Design

Un esempio di come le aziende di arredamento stanno cambiando il modo di fare design è dato da uno dei più importanti marchi italiani: Bartolomeo Italian Design. I mobili, scelti dai cataloghi dei partner più illustri, raccontano la storia di un’Italia che sta affrontando profonde mutazione, che sta diventando fluida e moderna. Un’Italia che sceglie di percorrere la strada della qualità e dell’eleganza, ma che non sa dire di no alla bellezza del formalismo contemporaneo, come si può notare dai cataloghi di Bartolomeo Italian Design, espressione della cultura e della classe del Design Italiano.