2MinuteDeal

2MinuteDeal, la novità dell'ecommerce on stage

Leggimi

Rapido, efficace e d’impatto. Sono questi i tre aggettivi che descrivono meglio 2MinuteDeal, il nuovo servizio web di ecommerce on stage. Il palcoscenico sul web diventa il punto centrale dove il venditore deve esprimere le sue qualità di oratore per convincere il potenziale cliente ad accettare la sua offerta in pochi minuti. Ma c’è di più dietro 2Minute Deal, il servizio che si integra benissimo con altre attività tattiche delle aziende.

L’idea che ha portato Francesco Ardito e Filippo Chiariglione a creare l’ecommerce on stage 2MinuteDeal è quella di proporre offerte esclusive ai clienti abituali delle aziende e coinvolgerli in una sorta di gioco interattivo. Il risultato è uno show dove il venditore deve rispondere in tempo reale a tutte le domande e poi dare il via alla vendita online lampo.

Il venditore sale on stage e si aprono le danze

Il primo passo per il venditore è quello di comunicare l’evento ai clienti più fedeli. Come? Tramite newsletter, social network, volantini e altri strumenti di marketing. A questo punto, si arriva al momento più atteso, lo spettacolo online. Il venditore sale sul palco, on the stage, racconta rapidamente l’offerta e risponde a tutte le domande che gli vengono poste. È questo il momento di maggiore interazione poiché si ha un dialogo orizzontale tra lui e tutti i clienti.

Al termine di questa fase può iniziare la vendita vera e propria. Il venditore chiude la webcam, fa apparire il prezzo a fianco di ciascun prodotto e fa iniziare il count down: due soli minuti per accaparrarsi l’offerta. Gli utenti vengono incoraggiati a rispondere rapidamente dal cronometro ma anche dalle azioni degli altri. I clienti si trovano così in competizione con gli altri per non perdere l’occasione di aggiudicarsi quel prodotto a quel prezzo.

2MinuteDeal è gratuito

Il sistema di 2MinutDeal è assolutamente gratuito per il negoziante, che non ha costi di ingresso, di gestione, canoni mensili o similari. 2MinuteDeal guadagna sulle commissioni e trattiene il 4,5% degli incassi per i prodotti tecnologici, il 9% per tutti gli altri.  L’azienda invece ha la sicurezza di trarre un profitto sicuro perché per il modello base paga solo la percentuale sulle transazioni andate a buon fine. In altre parole, ha solo costi variabili legati alle vendite effettive. In più, ha la possibilità di adottare il modello business che gli consente di utilizzare alcuni servizi premium come l’estensione della durata dello show con domande e risposte fino a 45 minuti invece dei 15 standard.

2MinuteDeal ha aperto le porte al pubblico a metà gennaio 2013, grazie al supporto dell’incubatore di start up Treatabit del Politecnico di Torino, che ha fornito un grosso aiuto nella fase di costruzione del business plan e del business model. L'ecommerce on stage oggi pronto a spiccare il volo grazie all’importante intervento di finanziatori, pronti a scommettere sulle significative potenzialità di espansione, soprattutto a livello internazionale, dell’innovativo progetto.

Consigliati