industria 4.0

Come sarà l'industria 4.0? Resiliente, sostenibile e innovativa

Leggimi

Come sarà l'industria del futuro? Ostile ai cambiamenti oppure orientata verso un'innovazione continua? E il tema della sostenibilità ambientale come sarà percepito? In che modo bisognerà adattarsi alla Digital Transformation? Vediamolo insieme.

Come sarà l'industria 4.0? Resiliente, sostenibile e innovativa.

Tre sono le parole chiave con cui designeremo l'industria 4.0. Siamo sicuri che già ti suoneranno usuali.

Resilienza

Una delle top keyword del momento è sicuramente resilienza. Non c'è da stupirsi che essere resilienti sia tanto legato alle dinamiche di mercato odierne. La forza dell'industria del futuro è da riscontrarsi nella sua capacità di adattamento alla digital transformation. Le industrie resilienti saranno molto più corazzate per affrontare ogni tipo di cambiamento apportato dalla rivoluzione digitale in atto. Inoltre potranno permettere di creare infrastrutture solide e sicure attraverso cui strutturare lo sviluppo economico e la qualità della vita delle persone.

Innovazione

Un'industria che non innova è un'industria che non potrà mai maturare. Non c'è da stupirsi pertanto che il termine innovazione sia stato preso da noi per testimoniare come gli attori professionali del futuro dovranno comportarsi. Innovando con criterio, naturalmente, perché l'innovazione non potrà mai esulare dal contesto in cui è inscritta. A seconda della tipologia di business, le industrie dovranno farsi aiutare dalle nuove tecnologie: AI, IoT, VR, Big e Small Data, e via dicendo.

Sostenibilità

Mai come al giorno d'oggi il tema della sostenibilità ambientale è stato tanto preso in considerazione dalle imprese. Ecco perché abbiamo deciso di incasellare il termine all'interno della triade degli attributi che le industrie del futuro dovranno avere. Sostenibilità significa badare a strategie di sviluppo e produzione che riducano al minimo gli sprechi e il dissesto ambientale. In questo senso, l'apporto delle nuove tecnologie contribuirà a gestire esemplarmente il problema della sostenibilità, perché permetterà di scoprire percorsi alternativi e più efficaci a costi ridotti.