Home News Accordo Hertz-Tesla, la società di noleggio Hertz acquista 100mila veicoli: le azioni...

Accordo Hertz-Tesla, la società di noleggio Hertz acquista 100mila veicoli: le azioni di Elon Musk a +13%

Elon Musk, CEO di Tesla

Dopo l’annuncio dell’accordo stipulato tra Tesla e Hertz Global Holdings, una delle maggiori società di noleggio di autoveicoli negli Stati Uniti, le azioni di Tesla balzano a +12,7%. La famosa azienda di auto elettriche supera i 1000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.

L’accordo Tesla-Hertz: il più grande mai effettuato per le auto elettriche

Negli scorsi giorni Hertz, azienda che opera nel noleggio di autoveicoli, ha siglato un accordo con Tesla che prevede l’acquisto di oltre 100mila veicoli Model 3. Il contratto, definito come uno dei più grandi ordini di autoveicoli elettrici mai effettuati, potrebbe valere fino a 4,2 miliardi di dollari.

Un grande affare per la società guidata da Elon Musk che, come molte altre aziende operanti nel settore automobilistico, sta affrontando un arretrato di ordini causarto dalle interruzioni della catena di approvvigionamento.

L’ordine sarà completato agli inizi del 2022. Già da Novembre, però, i clienti di Hertz potranno utilizzare la Model 3 in aeroporti e in selezionate città americane ed europee.

Una volta ottenuti i veicoli, un quinto delle autovetture possiedute da Hertz sarà elettrico.

A partire dalla fine del 2021, la società di noleggio americana installerà oltre 3000 punti di ricarica per veicoli elettrici in 65 mercati. Entro la fine del 2023, le colonnine saliranno a quota 4000 in oltre 100 mercati.

Tesla-Hertz: verso la mobilità sostenibile

“I veicoli elettrici fanno ormai parte della normalità e si sta assistendo sempre di più ad un incremento dell’interesse del consumatore verso la sostenibilità” afferma Mark Fields, CEO ad interim di Hertz e precedentemente executive di Ford. “Stiamo puntando a far diventare Hertz una società leader nel mondo della mobilità e il primo passo sarà quello di fornire la più grande flotta di auto elettriche nel Nord America”.

Secondo un’indagine effettuata dal Pew Research Center, oltra il 40% degli americani sta considerando l’acquisto di un veicolo elettrico. Le stime del report di Blast Point affermano, inoltre, che entro la fine del 2021 gli acquisti delle automobili elettriche subirà un rialzo del 70%.

L’accordo stipulato tra Hertz e Tesla, quindi, non incrementerebbe in maniera positiva solo il business dell’azienda: quest’ultima si troverebbe infatti a svolgere un ruolo centrale nello sviluppo dell’industria dell’automotive.

Promuovere la sostenibilità e rilanciare le auto elettriche con l’accordo Hertz-Tesla

L’accordo stipulato tra Hertz e Tesla rappresenta un cambio di rotta nelle strategie marketing e di business delle due aziende.

La società Hertz lo scorso anno, infatti, aveva presentato una istanza di bancarotta a causa dei blocchi imposti durante il Covid. La società è stata salvata grazie ad un gruppo di investitori.

Il contratto stipulato con Tesla rappresenta un ambizioso piano di marketing volto a far ripartire l’azienda grazie all’impiego dell’elettrificazione delle proprie vetture. La strategia ha sin da subito avuto un effetto positivo, facendo aumentare le azioni di entrambe le aziende.

Anche la società guidata da Elon Musk ha tratto numerosi benefici dall’accordo. Oltre ad aver aumentato la capitalizzazione delle proprie azioni di quasi 1000 miliardi di dollari, il contratto Hertz-Tesla porterà un aumento del 10% delle immatricolazioni 2022 sull’auto Model 3.

La notizia dell’accordo segue di pochi giorni l’annuncio che la Tesla Model 3, automobile acquistata da Hertz, è stata l’auto più venduta in Europa. Grazie alla collaborazione con Hertz, l’autovettura potrebbe essere rilanciata anche nell’America del Nord, portandola all’attenzione di un maggior numero di consumatori.

Il contratto potrebbe aumentare nel lungo termine le vendite dell’automobile Tesla Model 3 e, allo stesso tempo, potrebbe invogliare i clienti ad utilizzare i servizi di Hertz per poter testare con mano la prestigiosa vettura.

Accordo Hertz-Tesla: scattano in borsa le due società

L’acquisto delle vetture elettriche si è rivelato particolarmente fortuito per le due società americane.

L’azienda Hertz ha visto le sue azioni salire del 9,4%, aggiungendo una capitalizzazione pari a 1,17 miliardi di dollari. La società di noleggio, fino a questa estate, non raggiungeva gli 8 miliardi di valore.

Anche Elon Musk, CEO di Tesla, ha riscosso grandi vantaggi dall’accordo Hertz-Tesla. La società di autovetture elettriche ha infatti chiuso a Wall Street con +12,66%, arrivando a mille miliardi di dollari di capitalizzazione.

L’imprenditore sudafricano, secondo una stima di Bloomberg, avrebbe guadagnato in un solo giorno quasi 36,2 miliardi di dollari. Il guadagno, sicuramente strabiliante, consolida la posizione di Elon Musk come “l’uomo più ricco del mondo”, ponendo un distacco di quasi 100 miliardi dal secondo in classifica Jeff Bezos.

Elon Musk, dopo l’annuncio dell’accordo, ha pubblicato su Twitter un vero e proprio urlo di gioia: “Wild $T1mes!”.

Il tweet, riportante il segno del dollare e indicando con “1T” il trilione appena guadagnato, è traducibile con “Tempi selvaggi” e fa riferimento all’accordo Hertz-Tesla appena concluso.

Commenta questo e molti altri contenuti sul gruppo Facebook di EcommerceCommunity. Sulla nostra community troverai tanti spunti e consigli interessanti per essere sempre aggiornati sul mondo digitale.

ISCRIVITI ORA ALLA NOSTRA COMMUNITY