Microsoft Wallet: pagamenti contactless presto operativi

Leggimi

Microsoft Wallet: pagamenti contactless presto operativi. Microsoft ha annunciato l'intenzione di lavorare alla realizzazione di Microsotf Wallet, una soluzione sui pagamenti contactless da smartphone destinata a un prospero futuro.

Molto presto, tutti i clienti Microsoft potranno avere modo di usufruire di un'app mobile per i pagamenti contactless. Sarà possibile pagare tramite il proprio smartphone Windows 10 Mobile con un semplice tocco sullo schermo, grazie all'ausilio della tecnologia Near Field Communication (Nfc).

Microsoft Wallet: pagamenti contactless presto operativi

L'azienda di Redmond ha scelto così di allinearsi alle iniziative sviluppate, tra gli altri, da Apple Pay, Samsung Pay e l'Android Pay di Google.

Otto istituti finanziari coinvolti:

Il servizio coinvolge Visa e MasterCard, e secondo le previsioni oltre un milione di punti vendita saranno a disposizione per gli utenti, i quali potranno fare acquisti con una praticità e immediatezza particolarmente efficaci. La sua disponibilità è immediata per gli sviluppatori, oltre che per tutti coloro che sono iscritti al Windows Insider Program, e che beneficiano pertanto dell'accesso a una pletora di prodotti e soluzioni a sé stanti. Nei soli Stati Uniti, Wallet sarà invece disponibile nel corso dell'estate.
Microsoft Wallet permetterà inoltre di caricare carte fedeltà, promozioni, buoni, offerte utili se non essenziali per risparmiare sugli acquisti.

Un'audience limitata:

Nonostante l'indubbia importanza dell'iniziativa, attualmente solo pochissimi tra gli utenti Microsoft hanno aggiornato il proprio dispositivo a Windows 10 Mobile, e vi sono ancora fugaci smartphone Lumia con lettore di impronte digitali disponibili per l'applicazione.

Commercio contestuale:

Al giorno d'oggi, l'influsso della tecnologia sui sistemi di pagamento online è stata caratterizzata da uno sviluppo e da un'evoluzione costanti e graduali. Soprattutto, si sta lavorando molto e in maniera sempre più specifica a realizzare appieno un processo che è stato chiamato "contextual commerce", da noi riportato in altri articoli dedicati ai pagamenti elettronici, e che può essere descritto in questo modo: rendere l'esperienza d'acquisto di un utente il più semplice possibile, assieme allo sforzo di far sì che il mobile shopping diventi parte integrante delle attività quotidiane delle persone.