Spagna-Italia: agenda digitale e e-commerce per la ripresa

Leggimi

Reti ultraveloci, istruzione a distanza e soprattutto commercio digitale. Questi tre elementi sono alla base del piano concordato dai primi ministri italiano e spagnolo pper uscire dalla crisi. Si tratta di una conferma per l'Italia che, secondo una ricerca del Politecnico di Milano, negli ultimi anni ha visto aumentare i volumi di investimenti nell'e-commerce.

Lo riporta il portale Key4Biz.

L’Italia sottoscrive con la Spagna una Dichiarazione congiunta. A Madrid il premier spagnolo Mariano Rajoyed e quello italiano Mario Monti, hanno deciso di mettere in campo tutte le misure disponibili, sia a livello europeo che nazionale, per sviluppare l’occupazione, gli investimenti e la crescita economica nell’attuale situazione, caratterizzata da consolidamento fiscale e razionalizzazione della spesa pubblica. Il patto per la crescita e l’occupazione, convenuto in occasione del Consiglio Europeo di giugno, costituisce la base su cui lavorare per il perseguimento di tale obiettivo.

I due Paesi riconoscono il ruolo centrale che le ICT sono chiamate a svolgere per la ripresa economica dell’Europa, trattandosi di una fonte chiave d’innovazione e di nuove opportunità commerciali. Gli Stati Membri dovrebbero unire le proprie forze per una rapida attuazione dell’Agenda digitale, in grado di accelerare la crescita, incrementando la competitività dell’Europa nell’economia globale. Particolare attenzione deve essere rivolta allo sviluppo delle reti ultraveloci, all’istruzione a distanza e al commercio digitale.

Le relazioni economiche e commerciali e gli investimenti di natura bilaterale sono caratterizzati da un’elevata intensità quale naturale portato fra due economie avanzate che condividono il comune progetto europeo.

I dati per il 2012 rispecchiano le difficili condizioni economiche, ma anche la forza e la capacità di recupero delle nostre relazioni economiche bilaterali.

I due governi condividono e sostengono l’attuale priorità della politica commerciale dell’UE, quale mezzo per stimolare la crescita e riportare l’economia a uno sviluppo economico sostenibile, che consenta la creazione di posti di lavoro ed il sostegno del social welfare. A tal fine, Spagna e Italia sostengono il raggiungimento di un accordo su di una agenda europea ambiziosa nel settore del commercio e degli investimenti, capace di offrire alla nostra industria, ed in particolare alle PMI, nuove opportunità di esportare e di investire.

A tale proposito, è fondamentale che gli Accordi di Libero scambio che saranno negoziati dall’UE contengano meccanismi di adeguata protezione dell’industria e dei diritti di proprietà intellettuale incoraggiando, in particolare, la tutela delle indicazioni geografiche anche oltre il livello multilaterale concordato.

Spagna e Italia concordano sul ruolo dell’industria quale pilastro fondamentale della ripresa economica. Pertanto, i due Paesi riaffermano l’impegno a collaborare nella ricerca di ogni utile sinergia per rafforzare la creazione di valore aggiunto nell’industria, in particolare incoraggiando contatti e collaborazioni tra gruppi di aziende. I due Paesi riaffermano, inoltre, il loro impegno per la promozione di una cooperazione istituzionale, diretta anche alla condivisione di informazioni, sulle iniziative adottate e sulle azioni sviluppate a livello interno per sostenere le PMI.

Rivolgiti agli specialisti per fare decollare il tuo business.