Home Articoli Gadget pubblicitari? Vietato farne a meno

Gadget pubblicitari? Vietato farne a meno

gadget pubblicitari
gadget pubblicitari

I gadget pubblicitari sono uno dei canali comunicativi più efficaci per entrare in contatto con un brand. Non c’è da stupirsi se colossi come Red Bull, Coca-Cola, Google o McDonald’s se ne servono per comunicare con la propria clientela, regalandoli e distribuendoli agli eventi che organizzano. Ma qual è il motivo che spiega il successo dei gadget pubblicitari? Come mai sono così apprezzati?

Hai mai sentito parlare della PPAI? L’acronimo sta per Promotional Products Association International e si occupa di studiare il rapporto dei consumatori con gli articoli promozionali. A cadenza regolare il PPAI pubblica degli studi che permettono di studiare l’impatto degli strumenti pubblicitari sulla vita quotidiana delle persone. E i risultati sono spesso sorprendenti.

Uno degli ultimi studi commissionato dalla PPAI ha rivelato dei dati particolarmente interessanti: il 50% dei soggetti coinvolti afferma di usare almeno un gadget pubblicitario nella vita quotidiana e non se ne separa praticamente mai.

Perché i gadget pubblicitari sono essenziali per il tuo business?

Nella sfera dei prodotti commerciali più popolari, i gadget pubblicitari sono sicuramente sul podio. Tanto che le persone li preferiscono di gran lunga ad altri tipi di strumenti. Nello studio è emerso come gli utenti detestino ricevere annunci pubblicitari in qualsiasi forma essi si presentino. Ad esempio ignorano gli ads che compaiono prima di un video su YouTube, e fanno finta di niente quando si imbattono in un annuncio sul Web o un post sponsorizzato su Facebook. La pubblicità in radio viene evitata peggio della peste, e le email dirette con contenuti promozionali finiscono dritte nel cestino.

Solo i gadget resistono all’ostilità manifesta dei consumatori. Il motivo? Producono valore e sono divertenti da usare. Inoltre riescono a comunicare il messaggio di un brand con grande efficacia, e aiutano a memorizzarlo meglio. Va da sé che le persone, una volta ricevuto un gadget, siano stimolate a entrare in contatto con l’azienda che gliel’ha fornito. Quasi tutte sono anche spinte a considerare l’idea di compiere acquisti.

Più un gadget è originale e creativo, maggiori saranno le probabilità che il pubblico lo prenda con sé. Da solo, il gadget è quindi uno strumento di promozione del brand particolarmente potente. Se li regali in occasione di un evento aumenti sin da subito la visibilità del tuo brand, creando impression durante il giorno e nei mesi a venire. Inutile dire che un cliente soddisfatto sarà molto più propenso a esibire i tuoi gadget, ragione per cui devi impegnarti a risolvere ogni sua esigenza.

Il potere dei gadget pubblicitari è immenso

I gadget donano inoltre una grandissima visibilità al tuo logo per un lungo periodo di tempo. Non subiscono la sorte infausta degli spot pubblicitari tradizionali né di quelli online, i quali spariscono dopo alcuni secondi e neanche sono presi in considerazione.

Al contrario, un gadget, essendo un prodotto che si può toccare e portare con sé ovunque si vada, garantisce un valore aggiunto inestimabile.

Non solo ai clienti

I gadget vengono usati dalle aziende anche come premio per i propri dipendenti. Ne riconoscono l’impegno e li spronano a lavorare sempre meglio per ottenere risultati ancora più appaganti, cementando lo spirito di squadra. Se la coesione all’interno di un team di lavoro è forte e solida e inossidabile, il brand ne gioverà di conseguenza.

I gadget promozionali possono essere tantissimi, le potenzialità di scelta sono pressoché infinite: dalle penne ai portachiavi alle borracce in alluminio alle powerbank ai caricatori da automobile al calendario alle agende alle spille.

Articolo precedenteTrend social media per il 2020? Ecco quali
Prossimo articoloL’Editoria italiana si evolve, ma in che modo e attraverso quali fasi?
Manager eclettico, dopo 15 anni di consulenza IT in Italia e all’estero per importanti aziende italiane e multinazionali, fonda la web agency Jusan Network. La storia della Jusan Network inizia nel 2005 con un’ampia visione strategica nel campo del IT e della Digital Transformation. Nel corso degli anni si è sempre più focalizzata nello sviluppo di e-commerce e nella comunicazione digitale diventando un punto di riferimento importante per Istituzioni Nazionali e Internazionali, Enti Governativi e multinazionali. Oggi all’avanguardia anche per quanto riguarda discipline come Graphic Design, Branding, Web Marketing, Social Media Marketing, Content Marketing, sviluppo e strategie SEO, formazione e organizzazione d’eventi. Insieme a EcommerceDay e EcommerceGuru, l’innovativo magazine online dedicato al commercio elettronico, punto di riferimento importante per chi vuole dedicarsi alla vendita online, Samuele Camatari crea l’Accademia dell’eCommerce, una scuola che offre numerosi corsi di formazione sul web marketing e sulla vendita online. Samuele Camatari è Presidente Turinin, docente IED, Enaip e formatore del top management di importanti aziende italiane.