Home Articoli Byte: cos’è e a cosa serve l’erede di Vine?

Byte: cos’è e a cosa serve l’erede di Vine?

byte
byte

Byte: cos’è e a che serve l’erede di Vine? Ecco la nuova app che si appresta a sfidare TikTok per sbalzarla via dal trono cui si è convinta di dover sedere ancora a lungo.

Cos’è e Come funziona?

Byte è un’app ideata nel 2018 per la realizzazione e la condivisione di video brevi, della durata di 6 secondi. Caratterizzata da un’interfaccia utenti nella quale scorrono i feed in loop, l’app si appresta a competere con le ormai note TikTok, Snapchat e Instagram.

Prima Vine, ora Byte, il nuovo progetto di Dom Hofmann

Il progetto è nato nel 2018 da Dom Hofmann, con l’intento di riportare i video in loop sui social media. Hofmann è stato il co-fondatore di Vine, un’app dedicata alla realizzazione di video brevi da postare sui social network, acquisita da Twitter nel 2012 e chiusa nel 2016.

Un storia non di successo, un percorso non certo fiorente. Vine, infatti, nonostante l’entusiasmo iniziale, non riuscì mai a imporsi come punto di riferimento all’interno del panorama social globale.

Ma Hofmann ci riprova e decide che il successore di Vine dovrà permettere ai creativi di elaborare contenuti in perfetta semplicità. Ecco che arriva Byte, adesso disponibile su IOS e Android.

Che differenza c’è tra Byte e Vine?

A una prima occhiata l’app si direbbe pensata per fornire agli utenti le medesime caratteristiche di Vine. Come quest’ultima, anche Byte è incentrata nella creazione di video brevi (byte) da riprodurre in loop. La durata, al pari, è sempre di sei secondi.

A cambiare, però, è l’interfaccia utenti nella quale scorrono i feed dall’alto verso il basso; nella home troviamo i contenuti delle persone che seguiamo; infine, è possibile effettuare ricerche per parole chiave, categorie o suggeriti, nell’apposita pagina dedicata.

Sulla nuova App, però, non sono ancora presenti effetti particolari come filtri aggiuntivi, remixi o features in AR, per questo si dovranno attendere gli sviluppi dell’app.

Byte contro TikTok

Tra gli obiettivi del nuovo progetto di Hofmann, oltre quello di fornire momenti di divertimento e intrattenimento agli utenti, anche quello di fronteggiare colossi come TikTok. Ad oggi l’app contiene già diversi byte e gli utenti iscritti sono in crescita.

Sarà solo il tempo, però, a svelare se l’intento di Byte potrà essere raggiunto, riuscendo a imporsi alla generazione Z come approdo ideale di espressione e creatività.

Articolo precedenteEcommerce e customer experience, 7 trend innovativi
Prossimo articoloCaffè letterari 2020, al via il primo ciclo.
Ecommerce Guru è il portale italiano dedicato all’e-commerce. Informazioni, approfondimenti, novità, guide e consigli utili per realizzare e gestire il vostro canale di ecommerce.Il Guru ti spiega tutto questo e risponde alle tue domande dal 2010.