Mai più carrelli abbandonati: ecco come

Leggimi

Mai più carrelli abbandonati: ecco come. I carrelli abbandonati sono una delle ragioni principali che decretano l'insuccesso di un sito e-commerce, tanto nel breve quanto nel lungo termine. Non importa quanto alto o cospicuo sia il ricavo che si sta traendo dalla gestione della piattaforma, se un cliente abbandona la propria intenzione di acquistare un prodotto specifico, le conseguenze per il business di un rivenditore online possono essere particolarmente gravose. 

Mai più carrelli abbandonati: ecco come

Qui di seguito, abbiamo stilato quattro consigli che possono servire a tutti coloro che gestiscono siti e-commerce e intendono colmare la sproporzione che spesso si viene a creare tra la percentuale dei carrelli abbandonati e gli acquisti portati effettivamente a compimento.

1) Inviare email volte ad accattivarsi l'attenzione dei vecchi acquirenti:

E' possibile che certi acquisti non siano stati portati a termine perché i clienti hanno semplicemente dimenticato di aver riempito i carrelli un dato giorno e, presi da altri impegni, hanno rinunciato a tornare sul sito in questione per completare la transazione. Ciò che conviene fare, in questi come nella maggior parte dei casi, è elaborare un'efficace strategia di e-mail marketing volta a ricordare ai clienti passati ciò che hanno lasciato in sospeso, magari integrando offerte, buoni sconti o altri simili orpelli per accattivarne l'interesse.

2) Siate chiari riguardo alle spese e ai costi dei prodotti:

Molti clienti sono spronati ad abbandonare i propri carrelli una volta che si rendono conto che il prezzo totale dell'acquisto è superiore alle loro aspettative. Introducete, per esempio, dati e indicazioni relativi alle spese di spedizione (ma le spedizioni gratuite sono da preferire), così da garantire una trasparenza assoluta capace di tranquillizzare il consumatore e invogliarlo a portare a termine la transazione.

3) Più funzionalità da implementare:

E' sempre utile inserire, all'interno del sito web, un'opzione che permetta al consumatore di aggiungere un prodotto che gli interessa a una lista dei desideri, oppure di salvarlo per potervi ritornare in un secondo momento. Aggiungere tali funzionalità non solo aumenterà la possibilità di incrementare le conversioni, ma servirà anche ai clienti incentivandoli a tornare sul vostro sito web e a meravigliarsi della quantità di servizi che siete in grado di offrire.

4) Opzioni di pagamento multiple:

Non importa quanto pratico e immediato possa essere il processo di transazione. Molti consumatori, giunti al limitare della conclusione dell'acquisto, evitano di portarlo a termine perché, spesso, non si trovano a proprio agio con le opzioni di pagamento presenti all'interno del sito web. Per tale motivo, dovrete assicurarvi di fornire molteplici possibilità d'uso relative alle carte di credito principali (Visa, MasterCard) o servirvi di strumenti e servizi alternativi e virtuali ma altrettanto efficaci quali PayPal, Amazon Payments, o Google Wallet, così da permettere ai clienti di scegliere in piena libertà.