Scadenze fiscali del mese di Aprile 2017

Leggimi

L’adempimento principale del mese di aprile è la trasmissione telematica del cosiddetto “spesometro” relativo all’anno 2016, ovvero della comunicazione dei dati relativi alle operazioni di acquisto e vendita effettuate nello scorso esercizio. L’invio è differenziato per i contribuenti che liquidano l’iva mensilmente rispetto a quelli che la liquidano trimestralmente: la scadenza per i primi sarà il prossimo 10 aprile 2017, mentre per i secondi è fissata al 20 aprile 2017.

Quest’anno sarà l’ultimo anno che l’invio sarà annuale: per il corrente esercizio, le scadenze saranno semestrali: i dati relativi al primo semestre 2017 saranno da trasmettere entro il 16 settembre 2017, mentre quelli del secondo semestre 2017 andranno inviati entro il 28 febbraio 2018. A partire dal prossimo anno, inoltre, la scadenza sarà trimestrale e gli invii diverranno quattro: 31 maggio, 16 settembre, 30 novembre e ultimo giorno di febbraio.

L’adempimento prevede l’invio da parte dei soggetti passivi IVA dei dati di tutte le operazioni attive/passive rilevanti ai fini IVA. Per quanto riguarda le operazioni attive (vendite) devono essere trasmesse tute le fatture a prescindere dall’importo se soggette all’obbligo di emissione della fattura, mentre andranno inviate solo quelle di importo superiore a € 3.600,00 (al lordo dell’IVA) se documentate con scontrino o ricevute.
Dovranno essere inclusi anche gli acquisti di beni effettuati presso operatori economici di San Marino con pagamento dell’IVA mediante autofattura.

Sono soggetti all’adempimento tutti i soggetti passivi IVA, comprese le Pubbliche Amministrazioni per le operazioni non documentate da fattura elettronica.
Sono esclusi dall’obbligo i contribuenti minimi, i contribuenti forfetari ed i soggetti che dal 2015 hanno esercitato l’opzione per l’invio telematico giornaliero delle fatture e dei corrispettivi.

Segnaliamo che la scadenza del 16 aprile è prorogata a martedi 18 in quanto la scadenza originale cade nel fine settimana pasquale.

Con il comunicato stampa congiunto Entrate – Dogane del 16.03.2017, è stato confermato il ripristino per il 2017 della comunicazione degli elenchi acquisti di beni e servizi (INTRA2) sia per i soggetti mensili che per i soggetti trimestrali
Vediamo ora nel dettaglio il calendario delle scadenze fiscali del mese di aprile 2017.

MARTEDÌ 18 APRILE 2017
SALDO IVA MENSILE Liquidazione ed eventuale versamento dell’IVA a debito relativa al mese di marzo 2017 per i contribuenti mensili.
RITENUTE E CONTRIBUTI Versamento delle ritenute d’acconto IRPEF sui redditi da lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo e provvigioni ad agenti e rappresentanti pagati nel mese di marzo.

Versamento delle addizionali regionali e comunali sui redditi da lavoro dipendente e assimilati pagati nel mese precedente.

Versamento dei contributi INPS e ENPALS mensili da parte dei datori di lavoro in relazione alle retribuzioni maturare nel mese di marzo.

Versamento del contributo INPS – Gestione Separata da parte del committente sui compensi pagati a febbraio a co.co.co, lavoratori a progetto, collaboratori occasionali, oppure a incaricati alla vendita a domicilio lavoratori autonomi occasionali che abbiano superato il compenso annuo di € 5.000,00.

 

GIOVEDI 20 APRILE 2017
INVIO TELEMATICO ELENCO CLIENTI E FORNITORI “SPESOMETRO” PER SOGGETTI TRIMESTRALI Trasmissione telematica dello “spesometro” annuale relativo al periodo d’imposta 2016, per i soggetti con periodicità IVA trimestrale.

 

MARTEDI 25 APRILE 2017
INTRASTAT MENSILI Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT relativi alle cessioni ed agli acquisti di beni e prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese precedente.

L’adempimento ha cadenza mensile, per i contribuenti che hanno effettuato operazioni intracomunitarie, nel trimestre di riferimento e/o in uno dei 4 trimestri precedenti, per un ammontare superiore a 50mila euro.

INTRASTAT TRIMESTRALI Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT relative alle cessioni ed agli acquisti di beni e prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel primo trimestre 2017.