Quattro consigli per creare e gestire un brand

Leggimi

Quattro consigli per creare e gestire un brand. Riuscire a creare un'azienda e a tenerla in piedi anno dopo anno, indipendentemente da ciò che ci si propone di creare e prefigurarsi, non è facile. Per poter superare la prova del tempo e dimostrare ciò che si vale, è necessario affidarsi a tutta una serie di fattori tra loro connessi, primo tra tutti il gioco di squadra.

Quattro consigli per creare e gestire un brand

Questi quattro consigli si propongono di rispondere a una semplice domanda: che cos'è che bisogna fare per creare un brand unico e capace di imporsi sul web (ma anche in qualunque tipo di scenario lavorativo) in maniera decisiva?

1) Partire da un obiettivo preciso:

Tutto ciò che importa davvero è di creare qualcosa che sia capace di durare nel tempo. Domandatevi ripetutamente ciò che intendete fare, in che modo intendete farlo, entro quali limiti di tempo e di risorse economiche e di aspettative. Siate autentici e legati a obiettivi precisi.
Pensate sempre a come portare alla luce le vostre ispirazioni più profonde e consistenti, dopodiché impegnatevi a realizzarle, a progettarle, a pensarle sempre e in ogni istante e con l'ausilio di un gruppo con il quale siate certi di poter condividere la vostra passione e discutere sulle idee più innovative e coraggiose.

2) Comunicazione è la parola chiave:

Siate sempre pronti a comunicare con il vostro team, il quale non si aspetta altro da voi. Dovrete pertanto assicurarvi di essere sempre onesti e trasparenti nelle vostre scelte e decisioni, senza aver paura di confrontarvi con più pareri diversi, anzi, ma cercando di trarre da tali discussioni e dibattiti anche appassionati la linfa vitale essenziale alla riuscita dei vostri progetti. Non dimenticatevi che lavorare in azienda è giocare di squadra, e ogni elemento al suo interno ha un'importanza fondamentale per il buon funzionamento dell'impresa, al pari della fiducia che avrete il dovere di inculcare in tutti i dipendenti e colleghi e clienti con i quali vi ritroverete a collaborare.

3) Trovare un linguaggio (e quindi un percorso) comune

Dovrete anche fare in modo di adattarvi a tutto ciò per cui sarà necessario adattarsi. L'intera poetica aziendale deve riuscire a essere a un tempo solida e unicamente vostra, originale e personale e malleabile abbastanza perché possa assorbire molteplici sfumature e ispirazioni pertinenti ad ambiti e scenari magari anche diversi e distinti. Cultura è saper mescolare influssi diversificati e riuscire a far sì che coabitino pacificamente e senza sopraffarsi l'uno sull'altro; lo stesso si può dire del team di un'azienda.

4) Un leader deve essere un Cesare:

Ogni azienda deve avere un leader autorevole e carismatico abbastanza da ricoprire il ruolo di una figura ispiratrice e di vera e propria guida. Il leader è una figura trasparente, assorbe i valori dell'azienda e li riflette su di sé facendosi carico di tutte le responsabilità di conduzione. In qualità di capo, la sua figura è centrale, tenace e decisa come un Cesare dei tempi migliori, e le sue azioni e i suoi pensieri plasmano le decisioni in seno al team garantendo l'orientamento auspicato da tutti che soltanto un carattere come lui può permettersi di assicurare e portare a completa realizzazione.