Home Web Marketing Advertising online Hard sell e soft sell, nell’advertising online

Hard sell e soft sell, nell’advertising online

hard sell soft sell advertising

Hard sell e soft sell sono due tecniche opposte da utilizzare nell’advertising online e non. Nel mondo digital, nello specifico, bisogna saper conoscere bene i loro modi di utilizzo e saperli implementare nel modo giusto. La campagna comunicativa nel web può aver bisogno di una delle due a seconda di tanti fattori, vediamo quali.

Hard sell advertising online, diretta

L’hard sell avvicina subito i consumatori, soddisfa i loro bisogni immediatamente e può creare più risonanza mediatica.

Se usata in maniera oculata, può anche scavalcare l’attenzione rivolta ai competitor. Enfatizza i vantaggi di ciò che viene esposto e utilizza un linguaggio diretto e persuasivo.

L’hard sell advertising può presentare qualche svantaggio: allontana la maggior parte di loro se il prodotto non è di loro interesse o viene comunicato in maniera troppo brusca, con la possibilità di intaccare l’immagine del proprio brand. 

Diventa partner EcommerceDay 2024

Soft sell advertising online, coinvolgente

Linguaggio più morbido, molto più storytelling, poca pressione nella vendita, meno diretto. Il soft sell advertising segue canoni diametralmente opposti. Le tecniche soft sell seguono un linguaggio più travolgente e morbido, trascinando lo spettatore all’interno del prodotto e raccontando tutti i lati del suo aspetto.

Leggi anche: Search advertising: gli annunci nei risultati dei motori di ricerca

La prospettiva si concentra su tutti gli aspetti di contorno che possono raggiungere il consumatore da più aspetti. Il soft sell può risultare particolarmente efficace sopratutto in caso di presentazione di servizi o per prodotti luxury. Tuttavia, l’advertising online svolto secondo il soft sell richiede una maggiore attenzione ai dettagli, una strategia comunicativa ben curata e certamente anche una capacità di saper raccontare non solo il prodotto in sé ma anche il brand. 

Diventa Speaker EcommerceDay 2024

Marketing digitale, quale tecnica scegliere

Le due nature contrarie delle tecniche analizzate possono però convergere nella stessa campagna. L’hard sell advertising può riuscire a catturare di più l’attenzione in campagne di mail marketing o in banner web più concisi e che hanno necessità di entrare nella mente del consumatore in pochissimi secondi.

Il soft sell advertising può essere usato, di contro, nei contenuti leggermente più lunghi, dove mediamente l’attenzione dello spettatore è più alta. Pubblicità sui social o sulle piattaforme streaming hanno un impatto diverso che può coinvolgere molto di più se racconta il prodotto in un modo più accattivante e stimolante rispetto l’adrenalina dell’hard sell. 

Leggi anche: 4 tendenze advertising per il 2023

L’EcommerceDay 2023 si è concluso con successo, grazie al contributo di tutti coloro che hanno reso possibile questo evento straordinario! Centinaia di speaker hanno portato in scena le più efficaci strategie di marketing digitale, offrendo un’esperienza unica nel settore dell’ecommerce. Un’esperienza indimenticabile che puoi trovare su Ecommerce Community.

Iscriviti gratuitamente a Ecommerce Community

CONSULTA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCE DAY

Articolo precedenteCalendario editoriale per social media, come strutturarlo
Prossimo articoloGionata Galdenzi nuovo CEO Venistar
EcommerceGuru.it è il portale italiano dedicato all’e-commerce. Informazioni, approfondimenti, novità, guide e consigli utili per realizzare e gestire il vostro canale di ecommerce.Il Guru ti spiega tutto questo e risponde alle tue domande dal 2010.