Ecommerce e multicanalità: un fenomeno in crescita tra gli italiani

Leggimi

L’ecommerce non è solo vendita online, ma può integrare diverse modalità. Proprio la multicanalità è uno dei fenomeni ad aver fatto registrare una grande crescita nel corso dell’ultimo anno. A rivelarlo sono stati i ricercatori di Nielsen, Connexia e School of Management del Politecnico di Milano che durante la VI edizione dell’Osservatorio Multicanalità hanno reso noti i dati dei loro studi di settore.

Il numero che rende meglio l’idea è quello relativo alla percentuale della popolazione italiana over 14 che acquista dopo aver raccolto informazioni online: da una quota del 35% nel 2010 siamo arrivati al 53% degli italiani del 2012, con un incremento medio annuo del 26,5%. In altre parole, più della metà hanno dichiarato di utilizzare la ricerca su Internet prima dell’acquisto (sia online che offline) e il numero continua a salire.

In che modo gli italiani cercano informazioni? “Internet e i social media - risponde Cristina Papini di Nielsen - hanno profondamente trasformato il processo d’acquisto di beni e servizi. Il passaparola digitale si conferma centrale nelle decisioni d’acquisto per oltre il 50% dei consumatori che utilizzano siti dedicati al confronto di prodotti /prezzi e si affidano alle opinioni di altri utenti”.

Christan Centonze di Nielsen ha analizzato i segmenti di pubblico che emergono da questa ricerca sulla multicanalità.

Il Social Shopper (10,7 milioni di italiani) è il profilo più interessante: ha un processo d’acquisto strutturato e valuta attentamente il rapporto qualità/prezzo.

La novità maggiore è l’Hyper Reloaded (7,6 milioni): molto attivo sui social network, passa gran parte del suo tempo fuori di casa e utilizza spesso l’ecommerce e i dispositivi mobile come smartphone o tablet.

Rimane l’Old Style Surfer (7,7 milioni): mantiene un approccio al web finalizzato solo a semplificare il processo d’acquisto e per risparmiare tempo.

Infine il Newbie (5,4 milioni): i giovani che si avvicinano per la prima volta all’acquisto oppure gli over 35 che iniziano ad utilizzare la tecnologia.

Perché gli italiani utilizzano l’ecommerce? Le motivazioni principali sono tre, tutte in crescita rispetto all’anno precedente: più comodità (87%), più convenienza (83%), maggiore assortimento (80%). E l’ecommerce avviene principalmente sul sito del produttore (34%) o sul sito di un e-store (31%).

Come approcciare il nuovo utente multicanale? Dallo studio di Giovanni Pola di Connexia emerge che il 29% degli utenti partecipa attivamente ad almeno una brand community. Questo significa che è più coinvolto rispetto ad un semplice fan. La sfida è dunque quella di interagire soprattutto con gli Hyper Reloaded fornendo loro un’esperienza che integri online e offline. In questo modo, sottolinea Giuliano Noci del Politecnico di Milano, l’Hyper Reloaded si trova al centro di un processo che coinvolge i principali stakeholder, i potenziali clienti e quelli acquisiti. La sua interazione è fondamentale per creare buzz e aumentare l’engagement del brand.

Per adottare una strategia di marketing multicanale, chiama gli specialisti.