ecommerce forum 2014 - ecommerce guru

Ecommerce Forum 2014: i trend del settore

Leggimi

Dopo il grande successo dell'Ecommerce Day di Torino, organizzato dall'ecommerce agency Jusan Network,  il 20 maggio a Milano si è svolta la nona edizione dell'ecommerce forum.

L'appuntamento annuale dedicato all'ecommerce e organizzato da Netcom ha visto anche quest'anno una giornata di sessioni di approfondimento molto interessanti e la presenza in qualità di espositori di alcuni dei principali player protagonisti del mondo dello shop online. L'affluenza timida, rispetto alle precedenti edizioni pensiamo sia dovuta esclusivamente al biglietto d'ingresso, a nostro modesto avviso un po' oneroso in questo momento storico, ma che certamente ha prodotto una maggiore selezione degli “intenzionati” e una interazione meno chiassosa con il personale delle aziende agli stand.

Durante la conferenza stampa di apertura sono stati presentati i dati, di una ricerca condotta dall'Istituto Human Highway, intitolata “Da e-commerce a Net Retail” che riguardano i mutati cambiamenti negli acquisti dei consumatori italiani.

roberto-liscia-ecommerce-forum

I dati chiaramente esposti da Roberto Liscia Presidente di Netcomm mostrano come la digitalizzazione che oramai pervade la nostra quotidianità e i cambiamenti nei modelli di business delle imprese, dovuti a diversi fattori tra cui la contrazione dei mercati, hanno portato le imprese stesse ad investire nella prateria dell'online, terreno dominato da grandi player dove però c'è ampio spazio di crescita. Lo dimostrano la crescita del fatturato e l’impennata del numero di acquirenti online per “quelle imprese che stanno abbandonando ogni reticenza e cominciano a pianificare la trasformazione digitale del proprio business”.

Anche Edoardo Giorgetti, CEO di Banzai Commerce, punta il focus sui modelli di comportamento dei nuovi consumatori che cercano nell'online più scelta, maggiore risparmio, servizi chiari e trasparenza. “Le imprese, soprattutto quelle che hanno marchi e prodotti conosciuti – dichiara Giorgetti - dovrebbero considerare l'e-commerce non solo come canale di vendita di beni e servizi, ma anche come strumento di comunicazione e di customer engagement”.

A supportare le tesi di Liscia e Giorgetti ci sono i numeri:

  • 20 milioni di italiani hanno comprato online almeno una volta nella vita;
  • il 60% degli italiani si informa online prima di acquistare;

ma ancora

  • Circa il 10% dei 700 miliardi di acquisti retail, cioè finalizzati in un punto vendita fisico, è deciso informandosi prima sul web;
  • gli e-shopper sono passati in tre anni da 9 a circa 16 milioni;
  • il 20% degli e-shopper ha fatto almeno un’esperienza di acquisto utilizzando un’App su Smartphone e il 13% utilizzando un’App su Tablet.

C'è da ricordare che in Italia 29 milioni di clienti finali accedono a internet da mobile (fonte: Casaleggio Associati), certamente il mobile è uno dei fattori chiave nella crescita dell'e-commerce nel nostro Paese.

Interessante inoltre analizzare che per ogni 100 euro spesi online da un uomo in una certa categoria, le donne ne spendono nella stessa 193 euro (se sono cosmetici) o 174 euro (se sono gioielli), infatti i settori che attraggono maggiormente acquirenti online restano cosmetici, gioielli e abbigliamento

scontrino-medio-ecommerce

Visitando la parte espositiva dell'ecommerce forum ci si rende conto come oggi sia riduttivo parlare di e-commerce come di un "sito web dove acquistare beni o servizi" e sia altrettanto riduttivo per i futuri merchant intendere l'investimento nella vendita online come l'investimento in tecnologia, l'esperienza online di un cliente è invece l'aspetto decisivo da curare, vista la semplicità nell'aprire uno store online e, quindi, la grande concorrenza e vista la sempre maggiore capacità da parte degli e-shopper a cercare prodotti con caratteristiche migliori o a condizioni più vantaggiose, a confrontare diversi siti in un'unica sessione di navigazione, a consultare recensioni indipendenti, quindi ritenute maggiormente affidabili e soprattutto a condividere esperienze e cercare conferma nella propria rete sociale.

Tra gli stand si fanno notare, più degli altri, le imprese operanti nell'area del performance marketing, infatti è ben noto che il problema di chi gestisce un e-commerce oggi, sia la quotidiana battaglia per vendere, in un mondo sempre più globalizzato e dove l'online quasi non ha confini e la presenza di aziende che certificano lo shop o che garantiscono recensioni "reali" da parte dei clienti sui prodotti.

In conclusione l'ecommerce forum, organizzato da Netcom, è un evento da non perdere sia per chi gestisce un business online, sia per chi si occupa di digital in genere, poiché da un lato si trovano anno su anno conferme circa le imprese che continuano i loro sforzi puntando sui servizi per l'e-commerce, dall'altro si possono conoscere nuove realtà che propongono servizi innovativi e ci si può apertamente confrontare con numeri e dati con professionisti del settore.