Realtà virtuale basata sulla posizione: un trend in crescita per migliorare tutti i business

Leggimi

Oramai tutti i giorni si sente parlare di Realtà Virtuale, perché questa nuova tecnologia sta trovando applicazione in diversi campi della nostra quotidianità. Uno dei più floridi, sicuramente, è quello del gaming. Se non altro perché si presta bene a questo tipo di innovazioni.
Scopriamo quali sono i trend del momento. #VR #Gaming #DigitalTrasformation #OpenInnovation #Digital #Agency #EcomemerceDay #ecDAY2018

Nuove frontiere del gaming: la realtà virtuale basata sulla posizione

Ninja Marketing riporta l’ultimo rapporto su Tracker VR di Futursource Consulting che racconta i numeri della Realtà Virtuale basata sulla posizione. Questa particolare tecnologia favorirebbe il nascere di sale da gioco virtuali, che regalerebbero un’esperienza in VR molto più forte di quella che si può realizzare a casa.

Quali sono gli investimenti sulla realtà virtuale basata sulla posizione?

299 miliardi. Una cifra impressionante, che apre le porte a tutti quegli imprenditori che vogliono sfruttare la tecnologia VR per migliorare il business della propria attività.

Nascono le Survios, le sale giochi immersive

Gli Stati Uniti sono i pionieri di queste nuove sperimentazioni. L’azienda che più di tutte si sta distinguendo in questo campo, infatti, è la Survios, produttrice di VR, che ha iniziato a produrre e vendere schermi VR. Si prevede che questo business arriverà a superare i 1,5 milioni di unità vendute.

Quali sono i benifici della tecnologia VR basata sulla posizione?

I benefici della realtà virtuale basata sulla posizione sono chiari: il costo delle console, delle cuffie e dei giochi a volte è proibitivo per la maggior parte delle famiglie. Le esperienze fuori casa, dunque, forniscono il modo migliore per avvicinare i consumatori alla tecnologia, anche quelli che non possono permettersela.
Survios è riuscita a farsi amare dagli utenti perché offre contenuti che legano lo storytelling alla VR e che regalano quelle emozioni forti e intense che oggi i consumatori ricercano dal mercato.

Quanto varrà il mercato della realtà virtuale basata sul posizionamento?

La realtà virtuale basata sul posizionamento si trasformerà presto in un mercato florido. Si stima che addirittura potrebbe arrivare a generare più di 800 milioni di dollari di entrate mondiali entro il 2022.
Questa tecnologia potrebbe coì configurarsi come la principale legata alla fruizione da parte dei consumatori di Realtà Virtuale, perché l’unica che consentirebbe agli utenti di sperimentare la realtà virtuale senza i costi di investimento legati all’acquisto di hardware.

Le aziende possono sfruttare il gaming e la realtà virtuale per il proprio business?

Certo! L’importanza di interessarsi della Realtà Virtuale non riguarda solamente il mercato del gaming, ma interessa tutti gli ambiti del settore economico. La tecnologia VR, infatti, potrà essere utilizzata in altri mercati, come quello del Fashion, per esempio, per offrire ai consumatori un’esperienza d’acquisto digitale e virtuale insieme, che farebbe accrescere in maniera esponenziale le proprie vendite.
RayBan e qualcun altro ci hanno già pensato. Ma la strada è ancora tutta da spianare.

Realtà Virtuale basata sulla posizione a EcommerceDay

Per questo e per altri motivi ancora più profondi la realtà virtuale sarà oggetto di dibattito a EcommerceDay, uno dei più importanti eventi italiani su Ecommerce e Digital Trasformation.
Se vuoi scoprire come puoi applicarla per migliorare il tuo business, acquista subito un bigliotto. I posti stanno per termine. Clicca qui.