storytelling

Cosa hanno in comune, secondo Baricco, Alessandro Magno e la Apple?

Leggimi

Lo scrittore Alessandro Baricco racconta cos’hanno in comune Alessandro Magno e la Apple. Tra Personal Branding e Brand Awareness: l’importanza dello storytelling per il successo aziendale. #storytelling #alessandrobaricco #apple #iphone #ecommerceday #ecday2018

Alessandro Magno e il problema della Brand Awareness

2000 anni fa la pubblicità non esisteva. O meglio: esisteva, ma sotto altre forme. Di certo era molto lontana da come la immaginiamo adesso. Per esempio, nel III sec a. C., Alessandro Magno era Re di Macedonia e Imperatore di Roma. Il suo regno si estendeva lungo quasi tutta la superficie del mondo conosciuto: dall’Inghilterra all’India, i Balcani, la Mongolia, l’Europa… un territorio così vasto da rendere quasi impossibili le comunicazioni. Eppure, un Re per essere forte deve godere dell’ammirazione dei suoi sudditi. Soprattutto, deve quantomeno essere riconoscibile. In termini moderni, diremo che Alessandro Magno aveva bisogno di migliorare la sua Brand Awareness.
Ma come poteva fare?

La soluzione di Alessandro Magno: lo storytelling per migliorare il proprio Personal Branding

Il Re macedone trovò subito la soluzione, partendo da una domanda. Qual è quell’oggetto che più di ogni altro si muove tanto da raggiungere i confini del mondo?
La risposta arrivò chiara e lapalissiana: la moneta.
Così, Alessandro il Grande fece imprimere il suo volto su tutte le monete prodotte sotto il suo regno. In modo che lui potesse essere conosciuto e riconosciuto da chiunque.
Senza saperlo, l’imperatore macedone aveva trasformato la moneta da semplice oggetto in una narrazione che gli ha permesso di migliorare la propria personal branding. E grazie ad essa è riuscito a diventare grande.

Alessandro Baricco e lo storytelling per le aziende

Un altro Alessandro, invece, scrittore affermato e fondatore della migliore scuola di Storytelling in Italia, la Holden di Torino, commentando la faccenda durante le sue Mantova Lectures, ci dice, in pratica, che l’effige di Alessandro Magno sulla moneta è uno dei primi esempi dell’importanza della narrazione per un Brand. In questo caso, infatti, il valore della moneta non è solamente quello materiale, ma soprattutto quello narrativo. Serve a raccontare la storia di un Impero e a migliorare la forza e la potenza del Personal Branding dell’imperatore reggente.

Il successo di un’azienda è dato dal valore della sua Brand Awareness

Riportando il discorso di Alessandro Baricco ai giorni nostri, potremmo dire che un Iphone costa di più degli altri cellulari perché al di là di essere uno smartphone racconta la storia di un’azienda che nasce in un magazzino per opera di due “smanettoni” della Silicon Valley che hanno creato, oltre all’apparecchio, anche un sistema di software integrato che funziona perfettamente sui suoi dispositivi. Pochi altri Brand fanno lo stesso. Per questo, Apple è unica. E si può permettere il lusso di far pagare di più i suoi dispositivi.
Nei fatti, un iphone e un qualsiasi altro smartphone hanno la stessa funzione. Ma nella narrazione, Iphone è più forte di qualsiasi altro Brand. E sono le narrazioni che ci fanno scegliere cosa comprare e, soprattutto, cosa desiderare. Senza narrazione il Brand smette di esistere. E senza Brand, non si va da nessuna parte. Non credete anche voi?