Home Web Marketing Advertising online Esempi e vantaggi dell’in app advertising

Esempi e vantaggi dell’in app advertising

in app advertising

Fare in-app advertising per un brand può creare vantaggi economici e di visibilità. Le adv in app seguono delle logiche ben precise in base alle piattaforme su cui si intende pubblicizzare i propri prodotti o servizi, dando varietà e possibilità di acquisire il target più preciso possibile. Come funzionano le pubblicità in app? Quanto possono essere remunerative e in che termini? Che tasso di ROI possono avere?

In-app advertising, il gaming

Nel mondo del gaming mobile troviamo numerosi modi di fare in-app advertising. Generalmente, il metodo più usato, è creare una piccola interruzione tra una partita ed un’altra in modo da “costringere” il giocatore a focalizzare la sua attenzione sul nostro brand, interrompendo il flusso di utilizzo del gioco per un breve tempo (solitamente non più di 15 secondi). Ciò può rendere 

Diventa partner EcommerceDay 2024

In-app advertising, ecommerce

Le app dedicate all’ecommerce offrono diversi metodi per strutturare il proprio spazio dedicato alle adv. Tra piccoli banner promozionali, il posizionamento del proprio prodotto in cima alle ricerche interne allo store o tra i prodotti consigliati permette ad un brand di poter seguire la strategia più accattivante. 

In un brand che si occupa di retail, investire nell’advertising in un app di ecommerce può avere vantaggi positivi nelle vendite e nella brand awareness, consolidando tutti i vantaggi derivanti dal digital marketing.

Leggi anche: 4 tendenze advertising

Advertising sui social media

Dell’advertising sui social media si basa tutto il sistema di social media marketing. Da quando è possibile vendere i propri prodotti direttamente sulle piattaforme social, i costi dell’advertising in questo settore si sono notevolmente alzati. Di conseguenza però anche i potenziali margini di ROI sono impennati. 

I social media permettono di avere una visibilità enorme se utilizzati al meglio e, unendo questa loro peculiarità al plus della vendita diretta, il gioco è fatto. Investire in sponsorizzazioni sui social media è più che consigliato, è prassi per ogni brand che vuole uscire fuori dal proprio anonimato.

Diventa Speaker EcommerceDay 2024

ROI dell’advertising in app

Per calcolare il ROI dell’advertising in-app si usano delle metriche leggermente diverse rispetto al mondo del digitale. I ricavi si calcolano secondo il CPM, ovvero il Cost-Per-Mile, che segue le logiche del CPI (Cost-Per-Impression). Per avere il guadagno del CPM, bisogna dividere il costo totale, il costo che il brand ha speso per la campagna adv in app, per le impressions ricevute. 

Moltiplicando tutto per 1000 si ha il risultato del CPM. 

Se ad esempio investiamo 10 in una campagna adv e riceviamo 200 impression, il risultato sarà 20.000. 

Secondo Statista, nel 2022 il mondo dell’in app advertising ha raggiunto una spesa globale di quasi 273 miliardi di dollari, con una previsione in aumento alla fine del 2023 di 314 miliardi.

Leggi anche: Aumento degli investimenti nell’advertising digitale in Italia

Grazie a tutti per aver reso speciale l’evento Ecommerce Day 2023! Il 18 e 19 Ottobre sono stati giorni intensi, ricchi di insight sull’advertising e sui trend del digital marketing. Due giornate indimenticabili con i migliori professionisti dell’ecommerce. Grazie ancora a chi ha contribuito a renderlo un successo!

Iscriviti gratuitamente a Ecommerce Community

CONSULTA IL SITO UFFICIALE DI ECOMMERCE DAY

Articolo precedenteSocial media marketing e meme, viralità ed efficacia
Prossimo articoloCome il modello FinOps può aiutare il vostro ecommerce
EcommerceGuru.it è il portale italiano dedicato all’e-commerce. Informazioni, approfondimenti, novità, guide e consigli utili per realizzare e gestire il vostro canale di ecommerce.Il Guru ti spiega tutto questo e risponde alle tue domande dal 2010.