autorip

Autorip sbarca in Italia, il cloud Amazon della musica

Leggimi

Arriva anche in Italia Autorip, il servizio di cloud di Amazon che permette ai clienti di scaricare gratis la musica e i brani contenuti nelle compilation acquistate online. Dopo il successo negli Stati Uniti, dove è attivo già da gennaio, Amazon ha deciso di estendere il servizio anche nel mercato europeo dove sono in corso strategie di espansione. E Autorip potrebbe essere la soluzione per attirare nuovi clienti e per fidelizzare quelli vecchi.

Sarà quindi possibile scaricare gratis i brani acquistati a partire dal 2010 dei cd con il logo Autorip. Per ora sono disponibili sul cloud 250 mila brani. “Non c'è ancora tutto, ma ogni volta che si compra un disco è indicato chiaramente se esiste già la copia Autorip – spiega Martin Angioni, country manager per l'Italia di Amazon – A volte è un problema tecnico, non è stata ancora realizzata la versione in mp3, oppure è di carattere legale perché l'artista non ha dato il consenso. In ogni caso, come altrove, continueremo ad allargare progressivamente l'offerta”.

È possibile utilizzare Autorip per ascoltare la musica in streaming o per scaricare gli mp3 tramite pc, smartphone o tablet. La qualità non è altissima, con un bit rate di 256 kbps. Quindi non è paragonabile ai brani da 320 kbps scaricabili dalla versione in abbonamento di Spotify, ma rimane comunque un suono piacevole per la maggior parte dei dispositivi in commercio.

Con Autorip, Amazon si getta nella mischia della musica in streaming e del download degli mp3, scontrandosi con Deezer, Spotify, Napster, Google e iTunes. Il vantaggio però è il fatto di collegare questo servizio all'acquisto di un cd su supporto fisico attraverso la piattaforma di ecommerce.

Consigliati