Home Filiera Ecommerce Come ridurre il tasso di abbandono e migliorare il processo di...

Come ridurre il tasso di abbandono e migliorare il processo di check-out

Il processo di check-out è l’ultimo step del CJ online, ma è quello decisivo. Migliorare l’esperienza online è fondamentale per ridurre il tasso di abbandono e trasformare una vendita potenziale in una reale conversione.

Molto spesso può accadere che il cliente online abbandoni il CJ, e quando ciò avviene è fondamentale valutare a che stadio del processo di acquisto avviene l’abbandono.

Se l’abbandono avviene proprio nella fase di check – out vi sono delle Best Practices da applicare che permettono di diminuire il tasso di abbandono di un sito eCommerce.

Cosa si aspettano i Consumatori online


Le aspettative degli user online sono sempre più elevate, infatti, sono alla ricerca di esperienze di acquisto seamless ovvero senza soluzioni di continuità e frictionless ovvero senza frizioni tra i touch point disponibili.

E’ necessario trasmettere un’esperienza di acquisto user friendly, anche per gli utenti meno esperti, dove la chiarezza, la semplicità e la rapidità fanno da padrone, affiancate alla comodità e alla sicurezza.

In questo articolo sono presenti le Best Practices per ridurre il tasso di abbandono e migliorare il processo di acquisto.

3 Best Practice per ridurre il tasso di abbandono e migliorare il processo di check-out

Offrire modalità di pagamento alternative


Ecco alcune delle possibilità di pagamento che un sito eCommerce non dovrebbe sottovalutare:

  • Visa
  • Mastercard
  • PayPal
  • ApplePay
  • Contrassegno
  • Compra ora e paga dopo
  • Pagamento a rate (solo per determinati prodotti o servizi)

I consumatori hanno preferenze diverse ed è fondamentale rispondere alle loro esigenze.
Di cruciale importanza per ridurre il tempo in fase di check – out delle transazioni future è l’opzione one-click purchase.
Favorire il one-click purchase per ridurre il tempo della transazioni future, evitando all’utente di dover reinserire i dati personali necessari per completare la transazione.

Fornire pagamenti cross-border


La possibilità di affidarsi all’eCommerce ha ampliato i confini delle aziende, le vendite dapprima circoscritte solo in specifiche zone geografiche, ora sono prive di confini definiti.
Avere una clientela internazionale presuppone maggiore attenzione agli aspetti relativi a: costi di trasporto, tassi di cambio, dazi ed eventuali fees.
Serve trasparenza, accuratezza e sicurezza, per incoraggiare i clienti oltreconfine a concludere gli acquisti.
Questo è possibili affidandosi a sistemi digitali ERPs e ECMs, piattaforme Retail e software di contabilità che gestiscono ogni aspetto della transazione.

Abbracciare le tecnologie emergenti


Secondo l’ Ecommerce Trends 2020 survey report, il 44% delle compagnie eCommerce sta cercando di implementare, cambiare o migliorare le tecnologie utilizzate nel processo di check-out.
L’automazione nei processi di check-out porta a due enormi vantaggi:

  • L’ottimizzazione delle attività di back-end, semplificando le operazioni interne, generando precisione e aumentando la produttività;
  • Il miglioramento delle relazioni con i clienti che si interfacciano con un processo più semplice.

I consumatori moderni hanno elevate aspettative, non tollerano interruzioni e ostacoli lungo il loro CJ, perciò è fondamentale curare ogni singolo aspetto del processo di check-out al fine di ridurre il tasso di abbandono e trasformare le visite al sito in conversioni.

.