Home Articoli Analisi SEO: come farla in 10 passaggi per migliorare il tuo sito...

Analisi SEO: come farla in 10 passaggi per migliorare il tuo sito web

Come fare l'analisi seo in 10 passagii
Analisi Seo

L’analisi seo è fondamentale per assicurarsi il ranking nella SERP (Search Engine Result Page).

Migliorare il Search Engine Optimization (SEO) è il processo per migliorare la visibilità del tuo sito. Tuttavia questo processo non può essere implementato senza una strategia e per attuare quest’ultima l’analisi seo è il primo step.

Cos’è l’analisi Seo

L’analisi seo accende i riflettori su tutte le opportunità del tuo sito che puoi raccogliere per migliorare il ranking nella SERP.

Riguarda effettuare un audit sul tuo sito in modo tale da identificare i punti chiave da ottimizzare.

In questo modo puoi veder quali aspetti della tua strategia seo stanno funzionando e quali sono gli ostacoli che frenano la scalata del ranking.

Perché l’analisi seo è importante

Grazie ad un’analisi seo puoi scoprire dei dettagli che ti forniscono la direzione per migliorare il tuo sito.

Che sia sul piano tecnico o dei contenuti, migliorare questi aspetti significare fornire una user experiencemigliore per i visitatori.

Con l’analisi seo, puoi aumentare il ranking, espandere il tuo raggio d’azione, indirizzare il traffico e raggiungere gli obiettivi di business.

Tramite le informazioni acquisite potrai prendere decisioni strategiche ponderate, riducendo il tempo e le risorse spese.

10 passaggi per effettuare un’analisi SEO per il tuo sito

Ora che i benefici sono chiari, qui puoi trovare 10 passaggi chiave per condurre l’analisi seo per il tuo sito

1. Controlla la tua visibilità su Google

Come si posiziona il tuo sito? Qual è la tua posizione media nella SERP?

Quando inizi l’analisi del seo è importante monitorare la tua visibilità generale. Inizia identificando quante pagine hanno ranking nel motore di ricerca e fatti un’idea migliore sulla visibilità generale del tuo sito su Google.

2. Controlla i titoli e le intestazioni

I titoli devono attirare l’attenzione ed incoraggiare gli utenti a cliccarci sopra. Sia nei titoli che nelle intestazioni, assicurati di usare keyword appropriate per la tua pagina.

Ricordati che ottenere un buon ranking tramite keyword con un grande volume di ricerca può essere difficile.

Per risolvere questo problema puoi utilizzare le “long tail keyword” (keyword a lunga coda). Queste sono keyword più specifiche e, di solito, più lunghe di quelle comunemente utilizzate.

Le long tail keyword sono un po’ meno competitive e ti daranno maggiori opportunità per apparire nella prima pagina SERP.

3Analisi Seo: controlla URL e Meta description

Un URL deve essere il più corto possibile, puntando a quattro o cinque parole che descrivono il contenuto della pagina. Ad esempio “come- fare-un-analisi-seo”.

Se gli URL sono troppo lunghi o irrilevanti, puoi decidere di ottimizzarli e modificarli così che il motore di ricerca capisca il contenuto della pagina. Questo però potrebbe avere effetti sul link del vecchio URL.

Per la descrizione meta, puoi essere creativo quanto vuoi. L’importante è includere all’interno di essa le keyword primarie e secondarie, riassumendo il contenuto della pagina.

4. Valuta i link in entrata

link in entrata (inbound link o back link) sono dei link verso il tuo sito tramite hyperlink su un altro sito. Questo tipo di link è un indicatore importante per i motori di ricerca.

Questi considereranno il tuo sito come una fonte affidabile, impattando positivamente il tuo ranking SEO.

Analizza i tuoi link in entrata verso il tuo sito per capire chi e perchè si sta collegando a te, in modo tale da capire su cosa puntare per migliorare.

5. Controlla i link interni

Il linking interno è una pratica in cui si aggiungono link verso altre pagine del tuo sito per aiutare i visitatori nella navigazione tra diverse pagine.

Questa pratica è un ottima tattica per il seo in quanto migliora il tuo ranking nei motori di ricerca. Inoltre migliora anche l’user experience!

Ritorna sia sulle nuove che vecchie pagine per aggiungere link interni rilevanti verso altre pagine del tuo sito.

Leggi anche: Link Building: aumentare la popolarità di un sito

6. Controlla il tuo punteggio spam

Il punteggio spam aumenta quando ricevi link in entrata da siti web con bassa autorevolezza. Di conseguenza, mentre controlli i tuoi link in entrata, cerca di eliminare quelli negativi.

7. Analisi SEO: Controlla l’integrità dei link

I link “rotti” danneggiano la user experience ed impattano negativamente il tuo seo, quindi è necessario cercare link non funzionanti!

Per ripararli  puoi correggere assicurandoti uno spelling migliore o ridirigerli verso un URL diverso, ma che sia rilevante

8.  Analizza il contenuto sulla tua pagina web

Il contenuto è estremamente importante per il seo del tuo sito. Assicurati che il contenuto sia originale e  che non ci siano doppioni. Questi rappresentano una bandiera rossa per il seo, quindi è meglio rimuoverli.

Assicurati che il contenuto sia di alta qualità e senza errori. Inizia i controlli dalle tue pagini più popolari per poi muoverti verso blog, post e pagine più piccole.

9. Ottimizza le tue immagini

Un aspetto molto importante è quello di non trascurare le immagini. Per ottimizzarle cerca una dimensione che sia adatta al tuo sito e che non sia troppo grande per evitare di rallentare il caricamento e utilizza le didascalie per descrivere la funzione dell’immagine.

10. Controlla la velocità di caricamento della pagina

La velocità di caricamento della pagina può influenzare il seo del tuo sito web e l’user experience generale. Di conseguenza dovresti analizzare in modo consistente la velocità di caricamento per assicurati che il sito sia veloce ed efficiente.

Per effettuare un test veloce sul caricamento della pagina  puoi utilizzare Google’s PageSpeed Insights tool.

Ecommerceday torna in presenza! Il 29 e 30 settembre 2022 si terranno due giornate di formazione con i più grandi esperti di marketing digitale, ecommerce, new retail ed omnichannel in cui potrai approfondire le tue conoscenze nel settore e imparare direttamente dai migliori.

CONSULTA IL SITO DI ECOMMERCEDAY

Articolo precedenteCome utilizzare il modello STP per sviluppare strategie di marketing
Ecommerce Guru è il portale italiano dedicato all’e-commerce. Informazioni, approfondimenti, novità, guide e consigli utili per realizzare e gestire il vostro canale di ecommerce.Il Guru ti spiega tutto questo e risponde alle tue domande dal 2010.